234
Nemmeno il tempo di ritornare a sedere nel suo ufficio, che il “Presidente” del Milan Franck Kessie si ritrova già a transitare per l’infermeria. Gli esami di stamattina hanno evidenziato uno stiramento al flessore della gamba sinistra. Il grado della lesione è ancora da stabilire, sono previsti altri esami nei prossimi giorni, ma Pioli dovrebbe ritrovarlo a disposizione non prima della ripresa dopo la sosta nazionali. Le sue condizioni non preoccupano particolarmente, ma ai tempi di recupero bisogna sommare il fatto che, fra Olimpiadi e infortunio, Kessie ha saltato praticamente tutta la preparazione estiva, il che potrebbe significare maggior tempo necessario a ritrovare la condizione ottimale. Proprio questo aspetto potrebbe convincere la dirigenza rossonera ad intervenire sul mercato.

MOVIMENTI A CENTROCAMPO - Nel frattempo, Yacine Adli è a un passo: il Milan ha trovato un principio di accordo con il Bordeaux sulla base di una cifra attorno ai 10 milioni. Il mediano scuola PSG, però, andrebbe ad occupare la casella di secondo regista, di vice-Bennacer. L’arduo compito di sostituire Kessie andrà invece a gravare su Sandro Tonali, che in questo anno di Milan ha dimostrato di essere più vicino per caratteristiche tattiche proprio all’ivoriano. Con l’infortunio, seppur lieve, di quest’ultimo, il Milan potrebbe quindi andare a inserire in rosa un quinto centrocampista, slot che al momento è occupato da Pobega, il quale però dovrebbe essere ceduto in prestito.
A VOLTE RITORNANO - Così si libererebbe lo spazio per un altro colpo low cost a centrocampo, per gli ultimi giorni di mercato. Il nome di Bakayoko è sempre in voga fra gli uffici di Casa Milan e, se si presenterà l’opportunità, la si valuterà. Il mediano del Chelsea piace anche al Napoli e nelle ultime ore c’è stato un sondaggio del Lione, che vuole aggiungere muscoli e grinta al centrocampo tutto fantasia a disposizione di Peter Bosz. Il francese non disdegnerebbe un ritorno in patria, dove era esploso con la maglia del Monaco meritandosi la chiamata proprio del Chelsea. Al momento non c’è nulla di concreto, ma il Lione rappresenta certamente un possibile ostacolo al ritorno di Bakayoko in rossonero, ritorno che comunque non è considerato una priorità, viste anche le condizioni non preoccupanti di Kessie. Resta però una possibilità, anche perché quest’inverno il Milan dovrà fare a meno della sua coppia titolare per un mese, a causa della Coppa d’Africa, una possibilità da ultime ore di mercato, che verrà presa in considerazione solo a condizioni estremamente favorevoli. È questa la linea del Milan.