265
Sono bastete due gare con la rosa non al completo in casa Milan per far venire al pettine alcuni dei nodi più importanti sulla costruzione della rosa a disposizione di Stefano Pioli. Quelle contro Verona (vinta in rimonta) e Porto (persa mostrando forse la peggior versione del Milan stagionale) sono a tutti gli effetti due gare spartiacque perché hanno mandato un segnale chiaro in vista del futuro e di un mercato, quello di gennaio, in cui sarà fondamentale intervenire per rinforzare la rosa e lanciare l'assalto ai traguardi stagionali. L'assenza più pesante non è stata tuttavia quella di Theo Hernandez, sostituito non al meglio, va detto, da Ballo-Touré, bensì quella di Brahim Diaz autentico fulcro del gioco offensivo rossonero. E proprio sulla ricerca di un'alternativa si stanno concentrando gli sforzi di Maldini e Massara per gennaio.

FANTASIA - Ciò che è balzato agli occhi sia nel primo tempo contro il Verona che per quasi la totalità della gara contro il Porto è che il Milan ha faticato molto nella transizione dell'azione da difensiva in offensiva, o meglio, nell'accelerazione decisiva per trasformare un'azione in occasione finalizzabile. In sostanza è apparsa evidente la mancanza di un rifinitore o di colui che possa fare da collante sulla trequarti, che si metta in luce e gestisca il flusso del gioco. Brahim Diaz è stato finora perfetto per questo tipo di ruolo, ma lo stop per Covid ha sottolineato, complice anche l'assenza di Messias, come proprio in quel ruolo dopo l'addio di Calhanoglu servisse investire con maggior forza.
TREQUARTISTA CERCASI - Vi abbiamo raccontato che sono diversi i profili che scout e uomini mercato stanno analizzando a Casa Milan. Piace molto Lang del Bruges, ma ha una valutazione elevata (intorno ai 30 milioni di euro) e la concorrenza è già agguerrita. Con gli agenti si è già parlato anche di Verschaeren, gioiello dell'Anderlecht che è ritenuta un'opzione interessante per il futuro. Il principale indiziato a vestire la maglia rossonera a gennaio resta però Faivre del Brest, con cui c'è già (già dall'estate) un principio di intesa con gli agenti del giocatore, ma va ancora convinto il club francese che ad agosto aveva rifiutato i 10 milioni complessivi di offerta da parte del Milan. Trattative e necessità, a prescindere dalla Champions un colpo uslla traquarti può arrivare.