La partita persa malamente contro il Genoa ha aperto una questione di primissimo piano in casa Milan. La panchina del club rossonero, complici anche i numerosi infortuni che stanno condizionando la gestione della squadra da parte di Vincenzo Montella, non garantisce lo stesso rendimento dell'11 titolare. Per questo motivo, soprattutto a centrocampo, la nuova dirigenza guidata dall'ad Marco Fassone e dal ds Massimo Mirabelli si fionderanno sul mercato alla ricerca di profili giovani, di grande prospettiva, ma pronti per essere inseriti nelle rotazioni dell'allenatore rossonero.

IN CROAZA PER BASIC - In particolare, Mirabelli ha puntato il proprio mirino sul mercato croato. Visionato più volte nel corso della passata stagione per l'Inter, quando furono vicini ad approdare in nerazzurro sia Tino-Sven Susic che Nikola Vlasic, il nuovo ds rossonero sta caldeggiando al Milan l'acquisto del centrocampista centrale Toma Bascic.

CENTROCAMPISTA MODERNO - Classe 1996, a differenza di molti suoi compagni di squadra non cresce direttamente nell'accademy dell'Hajduk, ma cambia 2 volte squadra passando prima dall'NK Zagabria all'NK Rudes dove viene notato dai bravi osservatori del club di Spalato. Basic viene lasciato in prestito al Rudes dove trova l'esordio e poi continuità di rendimento nella Serie B croata. Una volta formato l'Hajduk lo riporta in rosa e dopo un anno fra campo e panchina quest'anno sta trovando grande continuità di rendimento. E' un centrocampista centrale puro, dotato di grande fisicità data l'altezza di 1 metro e 89 centimetri, ma è moderno nella gestione della palla grazie ad una tecnica importante che lo porta a giocare spesso anche da trequartista.

NON FARA' LA FINE DI PASALIC - Quest'anno ha all'attivo 5 presenze nei preliminari di Europa League e 10 nella serie A croata condite da 2 gol e 1 assist. Il Milan sta valutando il suo acquisto in vista di gennaio, ma nella testa dei dirigenti rossoneri non dovrà fare la fine di Mario Pasalic. La mezzala arrivata in estate in prestito dal Chelsea non ha convinto Montella, ma le caratteristiche di Basic lo porterebbero ad essere un'alternativa a Locatelli e non l'ennesima mezzala poco utilizzata in rosa. L'acquisto a titolo definitivo, inoltre, garantirebbe in ottica futura un maggiore utilizzo per preservare l'investimento che servirà per portarlo a Milano. Il Milan è vigilie e pronto ad affondare il colpo. Mirabelli sarà la carta per conquistare il mercato croato.


Toma Basic SUPER GOAL - Hajduk Split 2-1 RNK... di PatsaN4ik