Filippo Inzaghi ha parlato ai microfoni di Sky Sport, al termine dello 0-0 tra Roma e Milan all'Olimpico: "Sono felicissimo, non avrei mai pensato a inizio anno di venire qui a giocarmela all’Olimpico contro una squadra che lotta per lo scudetto. Mi spiace per l’espulsione di Armero, mi è sembrata eccessiva: mi sembravano episodi normali. Se non hai questo cuore a Roma perdi, siamo sulla strada giusta. Terzo posto? Sono d’accordo col Presidente: siamo il Milan e dobbiamo ambire a tornare a vincere scudetti. Se giochiamo alla pari con Napoli e Roma possiamo ambire al terzo posto, fa piacere sentire i complimenti di Garcia e Sabatini per lo spirito mostrato e per la partita che abbiamo fatto, è un onore".

Il tecnico rossonero è molto sodddisfatto del lavoro dei suoi giocatori: "Voglio riportare il Milan ai fasti di un tempo, ma so che ci vuole pazienza e crescita. Nei primi 20 minuti della ripresa abbiamo mostrato ottimi segnali, questi sono risultati che danno autostima. Contro il Sassuolo, al rientro, dovremo continuare nel momento buono: la sosta forse arriva nel momento sbagliato, abbiamo subito solo un gol nelle ultime 4. L’atteggiamento della squadra? Mai sbagliato, forse solo a Genova. Ma faccio fatica ad arrabbiarmi con questi giocatori, perché si impegnano molto. Per esempio, Zapata, criticato spesso, è stato incredibile su Gervinho e Mexes gioca una partita più bella dell’altra". Per concludere, un pensiero per Ancelotti: "Faccio tanti complimenti a Carletto per la vittoria nel Mondiale per Club. Mi aveva consigliato Ménez e Diego López per il mercato, lo ringraziamo".
Get Adobe Flash player