161
Con il Milan anche la prossima stagione. Non ci saranno stravolgimenti nel prossimo mese di Rafael Leao, il suo futuro sarà ancora in rossonero, anche se il mercato chiude solo il 31 agosto le chance di vederlo partire sono vicine allo zero. E' vero che i club interessati, Wolverhampton, Everton e Borussia Dortmund non hanno presentato offerte all'altezza, ma alla base della scelta precisa di Maldini ci sono motivazioni strettamente di campo. Il giocatore cresciuto nel settore giovanile dello Sporting Lisbona è considerato unico in rosa, un altro profilo rapido, forte nell'uno contro uno, il Milan non ce l'ha, per questo se lo tiene stretto.

ORA O MAI PIU' - Secondo lo storico numero 3 rossonero Leao non ha ancora espresso tutto il suo potenziale, il terzo anno a Milanello, dopo due di adattamento e crescita, può essere quello decisivo per la sua definitiva esplosione. Da esterno d'attacco e non da prima punta, come dimostra la scelta Giroud con Ibrahimovic e la volontà di cercare sul mercato un profilo giovane che possa crescere con calma alle spalle dei big. Per questo il Milan ha deciso di puntare ancora su di lui e non su Hauge, per il quale l'aspetto economico, quindi l'importante plusvalenza, ha avuto la meglio su quello sportivo. Maldini ha scelto di dargli un'altra chance, da Leao si aspetta continuità, di vederlo sempre dentro la partita. E un netto miglioramento da punto di vista realizzativo. Al Milan sono mancati i gol degli esterni, Leao è avvisato. 


Gioca a Magic e sfida i migliori fantallenatori nel fantatorneo Nazionale de La Gazzetta Dello Sport. In palio più di 1.000 premi. Attivati!