Calciomercato.com

Milan-Napoli:| Rocchi, la scelta peggiore

Milan-Napoli:| Rocchi, la scelta peggiore

  • G.S.

Il nome tanto atteso è venuto fuori: Gianfranco Rocchi di Firenze. Sarà lui a dirigere la sfida dell'anno Milan-Napoli in programma lunedi sera a San Siro. Ed è subito polemica. Nell'era De Laurentiis Rocchi ha diretto il Napoli per otto volte. L'ultima, però, il 2 novembre del 2008 i tifosi azzurri non l'hanno dimenticata: Milan-Napoli 1-0. Un match che si lasciò dietro un mare di malumore, disappunti, sospetti. Basta guardare la maggior parte dei voti in pagella assegnati in quell'occasione a Rocchi, non esaltanti, anzi. Di quel match si ricorda soprattutto la doppia espulsione di Maggio, il rigore concesso ai rossoneri per un fallo di mano dubbio di Pazienza, l'atteggiamento guascone di Gattuso che intimorì Hamsik, senza per questo subire ammonizione. Qualcuno allora urlò a un'evidente sudditanza psicologica di Rocchi che resta comunque, giova ricordarlo, uno dei migliori arbitri italiani di questi anni, internazionale, e con una carriera importante.

'Non commento la designazione di Rocchi ma al Napoli dico solo di non pensare all'arbitro ma di ragionare da grande squadra e di andare oltre'. Così Salvatore Bagni commenta e chiude il discorso sulla sfida-scudetto di lunedì sera. Eppure, in città, i tifosi non hanno presa bene la scelta del fischietto toscano. In tanti erano convinti che toccasse a Tagliavento (che a San Siro sarà quarto uomo) o al rampante Valeri, invocato da più parti. 'Non bisogna pensare all'arbitro ma concentrarsi sulla sfida che si può vincere. E' un buon arbitro Rocchi e poi ogni gara fa storia a sé, sarebbe sbagliato già fare del vittimismo su questa designazione', aggiunge un altro campione d'Italia azzurro, Giuseppe Volpecina.
'Il Napoli può ripetere l'impresa così come facemmo noi con la Juventus nell'86', incoraggia il difensore. Già, l'86. C'è sempre il tifo azzurro a rendere tutto meno difficile: 25mila supporters azzurri lunedì sulle gradinate di San Siro, proprio come accadde nel vecchio Comunale di Torino in quella benedetta stagione dell'86-87. In 10mila partiranno da Napoli, gli altri 15mila dal resto dell'Italia, dai club azzurri della vicina Svizzera, dalla Germania e anche dall'Olanda.

(Leggo - Edizione Napoli)

Altre notizie