Calciomercato.com

Pato: 'Milan, non ti deluderò'

Pato: 'Milan, non ti deluderò'

  • Marco Gentile

Intervistato da r7.com Pato ha parlato a ruota libera sulla sua situazione in rossonero:

"Il Milan ha ricevuto altre proposte oltre a quella del Paris Saint Germain. Posso solo ringraziare tutti quanti, ma resterò al Milan. Resterò fino all’ultimo giorno del mio contratto, nel 2014: sono grato a questo club per tutto ciò che ha fatto per me. Ho ricevuto aiuto nei momenti più difficili e non ho la minima intenzione di cambiare squadra: resterò a Milano. Voglio ripagare la società per tutta la fiducia che mi ha dato.

“Ho ricevuto diverse proposte da squadre brasiliane. Ma non è questo il momento di tornare, ho appena 22 anni e mi trovo proprio nella squadra in cui vorrei essere. Apprezzo l’interesse che c’è stato nei miei confronti, ma ho intenzione di restare in Europa per molti anni prima di tornare in Brasile”.

“Impormi nella nazionale brasiliana? La cosa che desidero di più, ma non è così facile. Sto tornando da un periodo con tanti infortuni, Menezes mi ha dato una possibilità nonostante i dubbi di molti ed è stato anche criticato avermi convocato, vorrei fare un passo alla volta. Per prima cosa voglio lottare per un posto alle Olimpiadi. Le cose cambiano velocemente nel calcio, un mese fa molti non credevano che sarei potuto tornare in nazionale, non credevano nel mio recupero. Sono una persona privilegiata e sono pronto a restituire sul campo la fiducia che mi è stata data, non solo con il Milan ma anche con il Brasile”.

“Sono una persona normale e cerco di mantenere la mia privacy. Devo vivere, stare a casa, viaggiare o andare al ristorante come tutti: non mi piace espormi ed esporre le persone che sono con me. Faccio una vita normale. In quanto ai paparazzi non sono io che devo giudicare il lavoro degli altri: ognuno faccia quel che sa fare meglio, io rispetto tutti e spero di essere rispettato”.

“Il mio grande obiettivo è giocare i mondiali del 2014, principalmente per la mia famiglia e per mia madre, vorrei darle la soddisfazione di vedermi giocare i mondiali in Brasile. Per questo sono felice di essere di nuovo in nazionale, sono tornato per restare”.

Altre notizie