142
Una sfida che può valere il primato in classifica. Milan-Napoli sarà il posticipo domenicale della settimana giornata della serie A, Stefano Pioli la presenta nella consueta conferenza stampa della vigilia: 

SE SI ASPETTA ANCORA DI PIÙ DAI TIFOSI DOMANI: "La carica dei tifosi penso sia al massimo livello e da loro stiamo prendendo tanta energia per giocare il nostro calcio. Giocare in casa è un vantaggio da sfruttare anche domani".

SE CI SARÀ CAMBIO DEL MODULO: "Mi aspetto una partita difficile contro un avversario che ha tutte le carte in regola per essere una grande squadra. Però anche noi abbiamo le nostre qualità. Non conta chi manca domani, conta il gioco di squadra, lo spirito. Saelemaekers è un destro che può stare a sinistra, ci sono tante situazioni simili alle precedenti".

SU CALABRIA NON CONVOCATO DA MANCINI:  "Io posso dire che sono contentissimo di allenare un giocatore e una persona come Davide, che mette qualità, affidabilità e intelligenza".

SU QUANTO SARANNO IMPORTANTI LE ENERGIE: "Tantissimo, ci sono assenti, ma siamo tanti e siamo in ordine. Conosciamo bene gli avversari, siamo pronti per la miglior prestazione possibile. Ripeto che è meglio, dopo la Champions League, incontrare un avversario che ha giocato pure. Mi aspetto una partita entusiasmante, perché sono due squadre che giocano. Tanti duelli, due squadre che ci mettono sempre qualcosina in più".

SE PESA PIÙ L’ASSENZA DI LEÃO O QUELLA DI OSIMHEN:  "Non tolgo nulla alle qualità dei singoli, ma noi facciamo del gioco di squadra l'elemento principale. Se giochiamo collettivamente bene, va tutto bene. Partiamo undici contro undici".

SU COSA TEME DEL NAPOLI:  "Hanno talento, Spalletti ha grandi capacità che da sempre fa giocare bene le squadre. Il mercato gli ha permesso di prendere giocatori non così conosciuti, ma che si sono inseriti bene. Hanno vinto le partite europee e sono a pari punti con noi, stanno facendo un inizio importante".
SE PUÒ ESSERE CONSIDERATO UNO SCONTRO SCUDETTO: "Credo sia una sfida Scudetto perché ogni partita lo è, il campionato sarà talmente equilibrato che tre punti fanno la differenza sempre. Se affrontiamo tutto con questa mentalità faremo bene".

SU SPALLETTI E IL LORO RAPPORTO: "Lo stimo molto, fa sempre giocare bene le proprie squadre. Ha un assetto propositivo. Ci conosciamo bene, ero andato a vedere i suoi allenamenti alla Roma, ci conosciamo, lo stimo perché è capace e bravo. Le caratteristiche più importanti sono migliorare i propri giocatori".

SE CONDIVIDE IL PENSIERO DI MALDINI SU LEÃO: "Tutto ciò che dice Maldini è giusto, lo penso anche io. Penso sia d'accordo anche il giocatore. Lo sta dimostrando. Intelligente, volenteroso e sa che non si può accontentare".

IN SALERNITANA-LECCE DUE EPISODI SIMILI AI GIALLI DI LEÃO: “Il regolamento è uno, ma le situazioni possono cambiare. Pensiamo a giocare dare il massimo. Domani partita importante”.

SE SI PUÒ ABBASSARE LA SOGLIA SCUDETTO PER LE TANTE PRETENDENTI: “Lo stesso periodo dello scorso anno avrei risposto allo stesso modo, ovvero che sono di più. Tante squadre attrezzate e il campionato dimostra equilibrio. Sono cresciute tanto le medio piccole e in ogni partita devi fare di più".

SUGLI ASSENTI E I GOL PRESI: "Gli infortunati sono gli stessi. Recupereremo spero durante la sosta. Non ci stanno piacendo i gol subiti in netta superiorità numerica come mercoledì, vengono molto attentamente valutati e visionati. Possiamo fare meglio. Più il livello si alza, più i particolari fanno la differenza. È bastato mezzo metro per farci prendere gol. Serve massima attenzione".