25
Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha parlato così a Sky Sport: "Ho detto alla squadra che non possono essere due partite a farci perdere la consapevolezza di quello che abbiamo fatto. Abbiamo fatto un primo tempo eccezionale, non siamo stati capaci di concretizzare. Abbiamo giocato contro una grande squadra, abbiamo sofferto un po', hanno giocatori veloci, di qualità, abbiamo corso qualche rischio ma questo successo ci ha fatto uscire da un momento un po' così. Tomori ha iniziato da subito a giocare con personalità, con presenza e forza, già dalla prima partita, nel derby. Io però continuo a credere che il collettivo permette ai singoli di emergere. Siamo una squadra giovane, non abbiamo tutte quelle furbizie che una squadra matura può avere. Siamo una squadra giovane, la più giovane, abbiamo 17 punti in più dell'anno scorso, abbiamo l'Europa League, tutto questo va considerato. Abbiamo vissuto due settimane particolari, contro Spezia e Inter non siamo stati noi. Calhanoglu, Ibrahimovic e Rebic hanno avuto dei problemi muscolari, forse sono solo affaticamenti, ma ne capiremo di più domani. E' chiaro, vorrei avere tutti, è un periodo decisivo, così come lo è per tutti".