Calciomercato.com

Milan, Pioli: 'Per un'ora meglio del PSG'. Battibecco con Calabria: 'Ha sbagliato a dire certe cose'

Milan, Pioli: 'Per un'ora meglio del PSG'. Battibecco con Calabria: 'Ha sbagliato a dire certe cose'

  • 247
Stefano Pioli, ad Amazon Prime, ha analizzato così la cocente sconfitta subita dal Milan per mano del PSG, una sconfitta che complica notevolmente i piani in vista della qualificazione agli ottavi di Champions League.

RISULTATO - "Risultato pesante, la squadra ha fatto tutto quello che doveva fare ma dovevamo giocare meglio sul piano tecnico. Loro hanno sfruttato le occasioni avute, nel secondo tempo è diventato tutto più difficile".

PULISIC - "Poteva portare palla prima di decidere, ma non era facile sviluppare manovre pulite perché facevano molta pressione".

PREOCCUPAZIONE - "Si è sempre preoccupati quando perdi due partite di fila, ho visto cose che possiamo sviluppare meglio. Dobbiamo crescere, il girone non è finito con questa partita però ovviamente dobbiamo correre e fare bene a partire da Napoli".

PRESTAZIONE - "Abbiamo fatto una buonissima prestazione, giocando meglio del PSG per 60 minuti. Poi subire il secondo gol può diventare difficile, abbiamo mollato un po', ci siamo ripresi pensando di poterla pareggiare. Dispiace, l'abbiamo interpretata bene come l'avevamo preparata, in alcune situazioni loro hanno avuto più qualità di noi e questo ha deciso il risultato".

A Sky Sport: "Abbiamo interpretato il primo tempo come volevamo e lo abbiamo fatto bene, poi è bastato qualche disattenzione per prendere gol. Poi dovevamo evitare il secondo, serviva più organizzazione e anche più attenzione. E' un peccato, è un momento in cui possiamo fare meglio ma anche in cui veniamo penalizzati un po' troppo. Questo però è il livello della Champions, noi dobbiamo giocare a livello tecnico delle partite migliori".

ZERO GOL - "E' incredibile non riuscire a segnare, anche stasera abbiamo avuto le nostre occasioni. Il risultato di Newcastle credo sia l'unica cosa positiva della serata perché ci dà qualche speranza, ci dobbiamo credere perché possiamo fare bene e abbiamo le qualità per vincere le prossime tre".

CREDERCI DI PIU’ - "Spesso perdiamo lucidità nel commentare nel dopo partita. Dobbiamo essere arrabbiati perché potevamo fare meglio, ma non per l'interpretazione. E' stata una partita con tanta pressione da parte di entrambe, era troppo importante il primo passaggio e su questo dobbiamo migliorare. Serve alzare il livello ma continuando sulla strada intrapresa, che è quella giusta".

LEAO - "Non penso che non tiri convinto, lui cerca sempre di fare gol anche se adesso è un momento in cui non trova la porta con la solita facilità. Oggi doveva fare l'uno contro uno con Marquinhos che è un grande difensore e spesso ci è riuscito".

ATTEGGIAMENTO PSG - "Conosco bene Luis Enrique, la loro pressione è stata forte. Noi potevamo cercare di più Giroud, o magari gli esterni, ma il PSG ha fatto la partita che ci aspettavamo e secondo me il primo tempo è stato di ottimo livello dove però è bastata una disattenzione per subire gol".

A Mediaset: "Il Milan ha fatto un ottimo primo tempo, in cui ha fatto ciò che doveva. A questi livelli però devi sbagliare meno... Sapevamo che superata la prima pressione potevamo trovare spazi. Dopo il 2-0 è diventata una partita difificle, in cui abbiamo favorito gli avversari. Dovevamo evitare la situazione del secondo gol".

REIJNDERS - "Succede di trovare un avversario che ti salta sul controllo o sul dribbling. Tijani sta facendo ottime partite, lui è uno di quelli che gioca per la prima volta la Champions League e sta dimostrando di poter stare su certi livelli".

ATTACCO - "In queste ultime partite è il nostro principale problema, dobbiamo essere più concreti, lucidi e efficaci o diventa difficile vincere".

STRAORDINARI AGLI ATTACCHI - "Il momento è questo, le prime due partite non sono andate come volevamo, ora capiamo i nostri errori e dove possiamo migliorare. Cercheremo un risultato positivo domenica sera a Napoli".

LE PAROLE DI CALABRIA - "Ha sbagliato. Nessuno a Milanello lavora con poca attenzione o disponibilità, nel post-partita capita di dire certe cose...".

CALABRIA TUONA: 'TROPPO SBILANCIATI. CHI NON CI CREDE STIA A CASA'

Altre notizie