135
Sorride sempre  Calhanoglu, in campo e fuori. Si diverte e fa divertire nel suo ruolo naturale di trequartista. Ha iniziato la stagione sullo stesso copione del finale della scorsa. I numeri parlano chiaro e sono tutti a favore del numero 10 rossonero:  ha sia segnato che fornito un assist in quattro delle ultime sette partite disputate con la maglia del Milan in tutte le competizioni.

ORA IL RINNOVO - Con Ibrahimovic basta uno sguardo per trovarsi, i sincronismi sono oliati e girano alla grande. I due si cercano, segnano e fanno assist. Tutto il fatturato offensivo passa dalle loro intuizioni. Pioli lo lascia libero di inventare, lo fa sentire importante. Adesso è arrivato il momento della società, che non può commettere l'errore di rimandare ancora l'appuntamento per il rinnovo del contratto in scadenza nel 2021. Gordon Stipic è già stato a Milano per confrontarsi con il suo assistito, studiare quelle che devono essere le linee programmatiche in sede di trattativa. L'idea è quella di allungare l'attuale accordo fino al 2024 con un adeguamento dell'ingaggio. Hakan vuole continuare a sorridere con il Milan e  Ibrahimovic, ora tocca a Maldini e Massara. Per evitare che il nazionale turco possa diventare una ghiotta occasione di mercato per diversi top club europei.