Paolo Scaroni, presidente del Milan, parla a margine dell'inaugurazione del Milan Club Parlamento di Roma. Queste le sue parole riportate da MilanNews.it: "Champions obbligatoria? Sì, perchè soltanto la Champions può consentire al Milan di raggiungere risultati economici che poi, di conseguenza, porta a risultati sportivi. Questo non vuol dire che ci poniamo degli obiettivi domani, però a medio-termine sicuramente il Milan deve stare in Champions".

E SENZA CHAMPIONS? - ""Non ne farei un dramma, ma certamente sarebbe un obiettivo bello da raggiungere. Se no sarà per l'anno prossimo. I nostri sono sempre programmi a medio termine". 

SULLO STADIO - "Il nostro progetto segue un percorso tutto diverso da quello della Roma. Noi vogliamo fare uno stadio insieme all'Inter, quindi continuare questo connubio che abbiamo da 70 anni sul Meazza. Stiamo cercando di trovare tutte le soluzioni per realizzare il progetto nell'area di San Siro. Abbiamo varie alternative, ma io sono ottimista, perchè l'Amministrazione Comunale di Milano è totalmente a favore di dotare la città di uno stadio moderno come nel resto d'Europa. Abbiamo perso un po' di terreno noi italiani".

SUI GIOCATORI BANDIERA - "I giocatori del Milan sono tutti dei giocatori bandiera. Gattuso ha detto che vuole sentire 'noi' e non 'io'. Sono d'accordo anche io".