171
L'unico neo di questo periodo è la squalifica che lo ha costretto a saltare il derby del 7 novembre, ma per il resto la stagione di Theo Hernandez sta andando a gonfie vele, così come la vita privata, visto che il classe 1997 diventerà papà. 

FINALMENTE IN NAZIONALE - In campo, Theo sta vivendo un'altra grande annata, che gli è valsa anche la convocazione nella nazionale francese, prima per la Nations League e poi per le qualificazioni ai Mondiali, con tanto di mea culpa recitato dal ct Didier Deschamps: "Avrei dovuto convocarlo prima".

SEMPRE PIU' MILAN - Con il Milan, l'ex Real Madrid e Real Sociedad guida la classifica insieme al Napoli e presenta uno score personale di 12 partite e una rete fra campionato e Champions League. Ma ancor più dei risultati in campo, quel che conta è un feeling sempre più forte fra il giocatore e tutto l'ambiente rossonero, dal club ai tifosi.

IL PUNTO SUL RINNOVO - A riprova di quanto scritto, c'è la situazione legata al rinnovo del contratto in scadenza nel 2024, che il Milan e l'entourage di Hernandez vogliono prolungare, con un adeguamento dell'ingaggio proporzionato al valore e al rendimento del giocatore. Attualmente, Theo precepisce 1,5 milioni a stagione e la prima offerta del Milan è stata di 3,5 milioni a stagione più bonus. La conclusione della trattativa potrebbe portare l'esterno sinistro a guadagnare 4 milioni all'anno, con reciproca soddisfazione, per dare continuità in quel ruolo al progetto rossonero di questi anni.