200
Milan

Donnarumma G s.v (dal 11' pt Reina 6: in due occasioni salva il pareggio) 

Abate 5,5: non giocava da tempo e non poteva essere al meglio della condizione fisica. L'Udinese non trova opposizione dalla sua fascia in occasione del contropiede che porta al gol del pareggio. (dal 22' st Calabria 5: entra in campo e sbaglia tutto quello che gli capita sotto tiro)

Musacchio 6: tiene botta su Lasagna, che ha l'unica palla utile in contropiede.

Romagnoli 6: un paio di chiusure con i tempi giusti. Poco da rimproverare al capitano rossonero. 

Laxalt 5,5: prima frazione di gara confusionaria sia dal punto di vista tecnico che tattico. Meglio nella seconda parte, ma poco per meritare una maglia importante. 

Bakayoko 5,5: partita alla dottor Jekyll e mr Hyde. Nella prima parte è padrone assoluto del centrocampo, con anche qualche giocata di ottima fattura. Lento nella seconda frazione, viene saltato facilmente da De Paul. 

Biglia 4,5: prestazione scadente dell'esperto centrocampista argentino. Troppi passaggi all'indietro, poca determinazione anche nei contrasti. A tratti è anche irritante con il suo incedere così molle.

Calhanoglu 5,5: la solita prestazione da vorrei ma non posso per il turco. A certi livelli servirebbe maggiore determinazione. 

Paquetà 6,5: molto a suo agio nel ruolo di trequartista, mette a disposizione della squadra qualità e diversi palloni interessanti in verticale. Regala un cioccolatino solo da scartare a Cutrone, sfiora il gol un sinistro finito di poco alto. Costretto al cambio per una botta alla caviglia. (dal 40' pt Castillejo 5: sbaglia tutte le decisioni, non salta mai l'uomo. Ha il pallone della vittoria ma centra Musso)

Cutrone 6: vivace, mette lo zampino nel gol di Piatek e solo un grande Musso gli nega la gioia della soddisfazione personale al culmine di un'azione costruita bene.

Piatek 6,5: buona l'intesa con Cutrone, trova il gol numero 20 in serie A, il settimo con la maglia del Milan nel campionato italiano.

Gattuso 5: rivoluziona la squadra nella partita forse più importante della stagione: risultato pessimo per la corsa alla Champions League. Anche lui finisce sul banco degli imputati.

Udinese
Musso 7: tre parate una più difficile dell'altra. L'argentino è tra i migliori in campo.  

Opoku 6: non si tira indietro nel clima da battaglia, fa il suo. 

De Maio 6,5: ottima prova del centrale francese, guida con sapienza il reparto. 

Samir 5,5: va in tilt quando Paquetà lo punta. Tatticamente poco disciplinato, costringe Tudor a richiamarlo in panchina. (dal 1' st Wilmot 6: bada poco all'estetica ma è essenziale)

Ter Avest 5,5: spinge poco  (dal 10' st Okaka 7: il suo ingresso cambia la partita. Taglia a fette la difesa del Milan)

Fofanà 7: prova maiuscola della mezzala franco-ivoriana, impreziosita dall'assist per il gol di Lasagna.

Behrami 6: diga davanti alla difesa, funge più da schermo a protezione della difesa. (dal 31' st Mandragora s.v)

De Paul 6,5: da mezzala si sdoppia nelle due fasi, garantendo comunque qualità nelle ripartenze. 

Zeegelaar 6: buona corsa per l'esterno arrivato dal Watford.

Pussetto 6: prova di enorme sacrificio per l'argentino.

Lasagna 6,5: tocca pochi palloni ma spedisce in porta quello più importante.

Tudor 7: prepara perfettamente la partita, azzecca tutte le sostituzioni.