2
"In un calcio ormai privo di esempi da seguire e positività, ma sempre più basato sul denaro e sul ritorno economico, e funestato da eventi che con il pallone non hanno nulla a che vedere, questa rubrica vuole proporre un momento di svago settimanale che ci riavvicini allo sport più bello del mondo, legato al campo di gioco ma non solo, anche ai social, alle iniziative di beneficenza e a storie da raccontare: il calcio è felicità, il calcio è passione, il calcio è "Momenti Di Gioia"".

Diciannove punti in sette partite nella Primeira Liga portoghese, frutto di sei vittorie e di un solo pareggio contro il Guimaraes, con sedici reti realizzate e sette subite: non stiamo parlando di Porto e Benfica, ma della neopromossa dalla Serie B Futebol Clube de Famalicão, società di  Vila Nova de Famalicão, coumune di 130mila abitanti nel distretto di Braga, che in questo momento precede Dragoes e Aguias di un punto.

NEL SOLCO DEL LEICESTER - Fondato nel 1931, gioca le partite di casa all'Estádio Municipal 22 de Junho, stadio da 10mila posti inaugurato nel 1952, fino a quest'anno aveva conosciuto il periodo di maggior gloria tra il 1990 e il 1994, con quattro presenze di fila nella massima serie portoghese: fino alla stagione 2019/2020, nella quale si è già tolto lo sfizio di battere lo Sporting Lisbona e guarda tutti dall'alto in basso. Grazie alle reti di Fabio Martins, attaccante classe 1993 ex Braga, Sporting e Porto, e a quelle del giovane brasiliano classe 1997 Anderson. Una fiaba nel solco del Leicester di Claudio Ranieri? Non del tutto: non si tratta infatti poi di un mero "miracolo sportivo", ma di un progetto concreto che si basa su solide garanzie finanziarie.
LA REGIA DI MENDES, L'ATLETICO MADRID  E QUEL SOGNO... - Dietro al quale ci sono il presidente miliardario israeliano Idan Ofer e il super procuratore lusitano Jorge Mendes, agente di Cristiano Ronaldo: il primo è il 630esimo uomo più ricco del mondo, con un patrimonio da 2.6 miliardi di euro, il secondo è stato l'abile tessitore di exploit come il Wolverhampton in Inghilterra e ha stabilito una partnership importante con l'Atletico Madrid, che fornisce proprio al Famalicao alcuni importanti prospetti da far giocare. Insieme vogliono provare a interrompere l'egemonia delle tre big di Portogallo: nel dopo guerra soltanto una volta il titolo portoghese è andato a una squadra che non fosse Benfica, Sporting e Porto, nel 2000/2001 al Boavista. ​Ora ci prova il Famalicao.

@AleDigio89