198

Sei gol, tre per squadra, e la sensazione che la sfida tra Camerun e Serbia sia stata una delle partite migliori del Mondiale in Qatar. Una gara nella quale c'è anche un po' d'Italia grazie alla rete di Jean-Charles Castelletto, difensore del Nantes nato da madre camerunense e padre friulano. E' suo il gol che ha aperto la gara, prima di un doppio squillo della Serbia che ha ribaltato il risultato nei minuti di recupero del primo tempo: prima segna Pavlovic, poi il laziale Milinkovic-Savic.

CI PENSA ABOUBAKAR - Partita finita? Macché. Nella ripresa arriva anche il 3-1 di Mitrovic ma non basta. Il ct del Camerun Song inserisce Aboubakar che fa gol e assist in tre minuti; due azioni simili, un copia e incolla partendo sul filo del fuorigioco: prima pescato dal filtrante di Castelletto - ancora lui protagonista - cucchiaio al portiere del Torino Milinkovic (circa 2 metri, per dire...) e gol; poi ha servito Choupo-Moting, che al 66' ha segnato il gol del definitivo 3-3.