20
La Fifa insiste e fa i primi passi concreti per organizzare il Mondiale ogni due anni a partire dal 2026. A raccontarlo è Cadena Ser, secondo la quale la federazione internazionale sta studiando una soluzione rivedendo i calendari e provando a trovare l'incastro giusto per quella che sarebbe una vera e propria rivoluzione nel mondo del calcio. 

IL DOCUMENTO - Per dimostrare che fa sul serio, la Fifa avrebbe già inviato alle varie Federazioni mondiali un documento con i punti principali della modifica. All'interno ci sarebbe anche un eventuale calendario - approssimativo - delle partite di qualificazione al Mondiale nelle quali sarebbero impegnate le varie nazionali. L'obiettivo è quello di dimostrare che non verrebbero aggiunti ulteriori impegni all'agenda già abbastanza fitta dei vari giocatori all'interno di una stagione.

LA MODIFICA - L'idea infatti è quella di giocare meno partite di qualificazione, concentrandosi soprattutto sui mesi di giugno e ottobre. Meno soste e solo sette incontri da giocare per conquistare il pass al Mondiale che si disputerebbe l'anno successivo. Tra le ipotesi, c'è quella di gironi da quattro squadre con sei sfide e un turno playoff a gara unica.

L'OPPOSIZIONE - Tra gli scogli principali ci sarà quello di convincere l'Uefa, che ha già fatto sapere di volersi opporre all'iniziativa perché non convinta di come la Fifa si sta muovendo. Nei giorni scorsi, intanto, è stata organizzata una videocall nella quale gli organi della Fifa hanno contattato tutti gli ct per capire cosa ne pensano di questa eventuale rivoluzione.