Commenta per primo

Rafa Benitez, tecnico del Napoli, ha parlato in confrenza stampa alla vigilia del match che i suoi giocheranno al San Paolo contro il Chievo: "Jorginho credo che si sia allenato bene. Può essere che domenica ci sia il suo esordio. Ha la condizione ed è una possibilità in più per me. Avere maggior possibilità è una cosa importante".

Su Inler: "E' un professionista di valore, con cui parlo tutti i giorni. Se giocherà è perché è al 100%".

Sul Chievo: "Tutte le squadre italiane lavorano bene sul piano tattico. Tutte difendono con organizzazione. Quelle che hanno conquistato punti al San Paolo è perché sono stati brave nelle ripartenze e sulle palle inattive. Servirà attenzione, massima concentrazione. Controllando le loro ripartenze possiamo fare la partita. Il Chievo è una squadra che sa sempre cosa fare".

Sulle preoccupazioni per le difficoltà sul mercato: "No, sono occupato. Parlo con Bigon tutti i giorni per essere sicuro di quello che sta facendo la società. I contatti fra noi sono continui. Stiamo lavorando in un mercato difficile. Abbiamo fatto Jorginho e Andujar per il presente e il futuro. Tutti, compreso il presidente, sa quello che vogliamo ma non è semplice trovare giocatori del livello del Napoli".

Sul obiettivo Champions, perseguibile con la rosa attuale: "La nostra è una squadra forte e lo abbiamo dimostrato. Dobbiamo migliorare per continuare ad ambire ai nostri traguardi".

Sul centrocampo di maggior qualità con Jorginho: "Sono scelte che dobbiamo fare in base agli avversari. Possiamo giocare anche con Hamsik leggermente più basso".

Sul nuovo difensore che potrebbe arrivare dal mercato: "Ripeto. Stiamo lavorando, ogni giorno, per trovare i giocatori giusti per noi. Dobbiamo migliorare nella fase difensiva e per farlo o troviamo giocatori nuovi o continuando a lavorare sul campo per migliorare".

Su quale giocatore potrebbe fare coppia con Jorginho: "Ho parlato con lui del suo ruolo. Se giochiamo a due non cambieremo nulla, ma possiamo anche cambiare un po' i movimenti dei compagni per adattarsi alle sue giocate palla al piede. La soluzione si trova. Con lui avremo nuove possibilità".

Su Hamsik titolare: "E' una possibilità concreta".

Su Behrami: "Si sente meglio, è ottimista ma servirà ancora del tempo. Dipende molto da come si sente Valon. Da dieci giorni non ha più fastidio. Se non ha altri problemi sul piano del dolore potrebbe tornare anche in meno di un mese".

Su Jorginho titolare: "Si è allenato bene, dico solo questo".

Sulla distanza dalla Roma e la Fiorentina che è a soli tre punti: "Alla squadra ho detto di guardare alla Roma, perché l'obiettivo è tornare in Champions. Sappiamo che la Fiorentina sta facendo bene e la Roma è il primo obiettivo".

Su Reina: "Pepe si è allenato con la squadra. Dobbiamo decidere. Dobbiamo scegliere con Rafael chi sarà il titolare".

 

Get Adobe Flash player