2
Secondo quanto riporta Il Mattino, il futuro di Insigne è tutto da scrivere: "Tanto rumore per nulla: niente aumenti d’ingaggio all’orizzonte. Raiola è avvisato e Insigne sa bene che De Laurentiis non farà nessuna marcia indietro sul tema. Ma intanto quella di domenica con l’Inter rischia davvero di essere l’ultima di Lorenzo Insigne al San Paolo con la maglia del Napoli. Sette anni dopo la prima volta, con la Fiorentina, il 2 settembre del 2012. Ammesso che scenda in campo, visto che anche ieri, a causa dell’affaticamento muscolare che si trascina da tempo (tanto tempo), si è allenato per conto suo a Castel Volturno, svolgendo l’ennesimo differenziato degli ultimi 15 giorni. I suoi tormenti restano immutati e la fine della stagione farà sì che tutti i nodi, inevitabilmente, arriveranno al pettine. In casa Insigne da mesi c’è fibrillazione: le lusinghe del mercato estero sono ricorrenti e va e viene la tentazione di cambiar maglia. Con questi presupposti sotto traccia è stato già mandato un messaggio forte alla società: se arriva il club pronto a versare i 100 milioni, Insigne andrà via. Ovviamente in queste vicende tutto può mutare in fretta. Allo stato attuale, però, radio-mercato ha colto il segnale di un suo possibile (e clamoroso) trasferimento a fine stagione. I nomi all’orizzonte sono i soliti: Atletico Madrid su tutti".