Calciomercato.com

  • Simone Gervasio
    Napoli, De Laurentiis vuole tutti in ritiro da domani e fino alla fine del campionato. Ma i giocatori non ci stanno

    Napoli, De Laurentiis vuole tutti in ritiro da domani e fino alla fine del campionato. Ma i giocatori non ci stanno

    Il Napoli si è fermato a Empoli ma non è la prima sconfitta di un'annata horror, anzi è la decima. Un ruolino di marcia incredibile per una squadra che, soli 12 mesi fa, si laureava campione d'Italia. La contestazione dei tifosi ormai non risparmia più nessuno dalla presidenza ai giocatori. 

    IL PROVVEDIMENTO - Come scrive oggi il Corriere dello Sport, De Laurentiis ha fatto arrivare alla squadra e a Calzona la sua intenzione di indire un ritiro permanente fino alla fine del campionato. Il patron non vuole concedere sconti ai suoi e invoca la svolta già a partire dalla gara contro la Roma in programma domenica prossima.

    TUTTI IN RITIRO - Il presidente insomma vuole compattare la squadra, renderla un gruppo coeso almeno per l'ultimo mese di stagione prima del rompete le righe e della rivoluzione estiva. Fosse per lui, il ritiro partirebbe già da domani: nessuna decisione però è stata presa, anche perché filtra grosso malcontento da parte dei giocatori. Non tutti infatti sarebbero d'accordo con tale scelta.

    I PRECEDENTI - Non sarebbe d'altronde la prima volta. Il Napoli era già andato in ritiro con Mazzarri dopo la cocente sconfitta con il Torino. Allora il provvedimento non servì più di tanto e, dopo altri risultati negativi, anche il tecnico toscano fu sollevato dal proprio incarico. La sconfitta di Empoli ha segnato il punto più basso della gestione Calzona. L'ex vice di Sarri continua ad avere una media punti peggiore rispetto a quella di Garcia, ad oggi la migliore dei 3 allenatori passati sulla panchina del Maradona quest'anno. Serve una svolta, ora o mai più, con il ritiro o senza.

    Altre Notizie