Commenta per primo

Se prima i piani di De Laurentiis erano semplici suggestioni ora si tratta di progetti già avviati di una società che guarda al futuro da grande. Se ne parla sempre più insistentemente: il Napoli diventerebbe una Spa (società per azioni), la quarta in Italia, proprie come Roma, Lazio e Juventus.

Ma quali sono i criteri per quotare una società in Borsa? Innanzi tutto, occorre rispettare dei precisi requisiti minimi stabiliti dalla Consob e che consistono nella pubblicazione e deposito degli ultimi tre esercizi, di cui almeno l'ultimo certificato, con giudizio finale non negativo, da una società di revisione. E ancora, l'esercizio di un'attività capace di generare ricavi e un attivo patrimoniale non rappresentato, in misura prevalente, da partecipazioni in società quotate.

Infine, l'impresa deve essere in grado di generare ricavi autonomamente e di realizzare i suoi obiettivi economici e finanziari. Inoltre l'attivo e i ricavi non devono essere per la maggior parte rappresentati da partecipazioni in altre società. Il Napoli dell'era De Laurentiis tali criteri li sta rispettando tutti, e allora anche lo sbarco in Borsa dopo l'approdo in Champions League sembra davvero a portata di mano.

(Leggo - Edizione Napoli)