Situazione decisamente ingarbugliata nel girone B di Champions League. Col pareggio di ieri il Napoli è rimasto al primo posto del girone, a pari punti col Benfica. Incombe invece il Besiktas, che ora è virtualmente terzo con sette punti. Il Napoli il 6 dicembre giocherà in casa del Benfica: a Lisbona è vietato perdere, e bisognerà guardare al Besiktas. Al Napoli basterebbe un pareggio per passare il turno, ma potrebbe anche perdere se i turchi dovessero essere sconfitti dalla Dinamo Kiev. Tre squadre in corsa all’ultima giornata: il Napoli dovrà tenere duro. Paradossalmente Sarri ha detto che contava poco vincere: secondo lui i tre punti ieri con la Dinamo Kiev servivano più in ottica primo posto.

 

Ma non è vero: così come è messa la classifica, se il Napoli dovesse perdere col Benfica e il Besiktas pareggiare a Kiev, gli azzurri sarebbero eliminati. Se il Napoli avesse battuto gli ucraini, a Lisbona si poteva perfino perdere con un pari del Besiktas. Ammesso di centrare gli ottavi, il Napoli rischia di finire facilmente al secondo posto. Tenendo presente che il Besiktas può andare agli ottavi vincendo, e la Dinamo Kiev non dovrebbe opporre grande resistenza. Però attenzione: la Uefa paga generosamente i pareggi (500mila euro) e le vittorie (1,5 milioni), quindi forse la Dinamo una motivazione ce l'ha. Quindi il Napoli dovrà lottare per un punto che eliminerebbe i portoghesi a causa degli scontri diretti, che vedono il Napoli in vantaggio.