Calciomercato.com

Napolimania:| Cavani maschera i pasticci degli altri

Napolimania:| Cavani maschera i pasticci degli altri

Sarà davvero un Napoli fortunato? Difficile dirlo, ma di sicuro in un modo o nell'altro il club azzurro riesce a centrare gli obiettivi. L'Europa League, quella affrontata col Napoli-2 (o Napoli bis, o Napoli delle seconde linee, o quello dei diversamente titolari, come dir si voglia) supera il girone con un turno d'anticipo, seppur 'solo' al secondo posto. Eppure questa scelta del club, avallata pienamente da Mazzarri, è stata molto discussa. Bene la prima gara, disastrose le due seguenti, e poi le due vittorie di fila consecutive. La pochezza di questo girone si vede da come gli azzurri abbiano staccato il 'pass' dei sedicesimi con un turno d'anticipo pur perdendo due partite (e potrebbero perderne anche tre, visto che c'è un'altra gara). Girone che sembrava essersi messo male quando il Psv, che poi si è sgonfiato, insidiava gli azzurri dietro l'ottimo Dnipro, che si candida ad un'Europa League da protagonista.

Per fortuna gli olandesi, che sono al comando della classifica di Eredivisie, sono scoppiati perdendo anche con gli ucraini, e lasciando campo libero al Napoli. Ma la squadra-2 non ha funzionato. Tutti quanti sanno che il Napoli ha cominciato a dare segnali di vita dopo che Mazzarri si è deciso a mettere dentro Cavani. Il Matador è ormai l'X-Factor di questa compagine. L'esperimento del Napoli-bis è fallito già alla seconda giornata, quando Mazzarri in Olanda cercò di salvare il salvabile mettendo in campo l'uruguaiano. Dopo i due ko consecutivi in trasferta l'allenatore ha finalmente capito che la coppia Insigne-Vargas non era all'altezza, e quindi ha affidato a Cavani il destino degli azzurri. Di fatto l'attaccante ha sconfitto da solo il Dnipro, e ha deciso anche la partita di ieri in casa dell'Aik. E la presenza di Cavani maschera anche i pasticci di una squadra, quella delle seconde linee, che esprime disordine tattico e uomini non all'altezza, vedi i vari Donadel, Mesto, Aronica e in parte Dossena.

Troppo alto il divario tra i titolari e le riserve, ed è impensabile che questa squadra potesse passare il turno, anche di un girone tutto sommato facile. Eppure Mazzarri rimane criptico, non fa capire cosa ha in mente, e se nei sedicesimi si vedrà di nuovo il Napoli-2. Di sicuro c'è che ci sarà Cavani, ma probabilmente la sua sola presenza può bastare. Ciò che deve far riflettere la società è che certe scelte, oltre a essere presuntuose, sono irrealizzabili. Tralasciando la poca qualità delle seconde linee, in Europa non si è mai vista una squadra che potesse essere competitiva in un torneo ufficiale, con una formazione interamente formata da seconde linee. Va bene sperimentare, provare cose nuove, ma se un progetto fallisce è bene ammetterlo. Senza dimenticare di ringraziare la fortuna ed Edinson Cavani.

Altre notizie