Commenta per primo

"Sì, portiamo gli azzurri ad allenarsi sul campo in Calabria confiscato alla mafia". Il ct della Nazionale italiana, Cesare Prandelli, appoggia pienamente l'idea lanciata da Don Ciotti - nel corso della consegna al tecnico azzurro del Premio Bearzot organizzato dalle Acli - di portare la Nazionale ad allenarsi su un campo confiscato alla 'ndrangheta sette anni fa, ma in cui non è stato mai possibile giocare a causa dell pressioni subite dall'organizzazione mafiosa.  La sfida del presidente di Libera è stata accettata dal numero 1 della Federcalcio, Giancarlo Abete, e sottoscritta dallo stesso ct azzurro.