31
L'obiettivo numero uno del mercato bianconero, sempre e fino a prova contraria, sarà Paul Pogba. Parallelamente a centrocampo si segue anche Sandro Tonali, profilo diverso, investimento importante all'orizzonte. Intanto nelle scorse ore ci ha pensato Ole Gunnar Solskjaer ha lanciato un altro messaggio forte e chiaro nei confronti di Paul Pogba e Mino Raiola: “Paul è un nostro giocatore, ha un altro anno di contratto più un'opzione per quello successivo. Quindi potete aspettarvi che sarà ancora qui anche nella prossima stagione”. Schermaglie, gioco delle parti, forse sì o forse è un'ulteriore presa di posizione da parte dello United che rischia di trasformarsi in una doccia fredda per la Juventus. Che nel frattempo ha continuato a lavorare per non farsi cogliere impreparata. E l'alternativa principale per il momento risponde sempre al nome di Houssem Aouar del Lione, anche se definirla solo un'alternativa è sbagliato ancor più che riduttivo.
IL PUNTO – Da quasi due anni il talento francese è nel mirino della squadra mercato di Fabio Paratici, che ha sempre guardato con un occhio particolarmente attento alla sua crescita durante le spedizioni ora per Tanguy Ndombele ora per Moussa Dembélé. Diventando l'obiettivo numero uno tra le fila della formazione che sta rendendo più complicato del previsto l'accesso agli ottavi di finale di Champions (aspettando che passi l'emergenza Covid-19, ovviamente). La prestazione fornita nella gara d'andata ne è stata la riprova, Aouar è pronto per il grande salto e Jean-Michel Aulas già si sfrega le mani puntando a un'altra asta internazionale. La base è già molto alta, superiore ai 50-60 milioni di euro. Di questo si è parlato nei continui contatti tra club (oltre che del baby fenomeno Ryan Cherki) con Aouar che rappresenta un giocatore che piace e parecchio già per il presente, mentre il suo entourage di certo non chiude al trasferimento pur continuando ad ascoltare tutte le opzioni che si stanno presentando, dall'Arsenal in poi. E se Pogba ora si complica in questa eterna montagna russa che potrebbe riportarlo a Torino come trattenerlo ancora a Manchester, la Juve non si ferma: Aouar è molto più che un'alternativa.