Commenta per primo

Tornava sulla panchina del Palermo Lino Mutti, l'ultima volta che si era vestito con i colori rosanero era stato a giugno del 2002. Allora si congedò con una sconfitta in serie B al Barbera contro l'Ancona, adesso ha ricominciato con un pareggio a Novara. È passato tanto tempo, Mutti non ha avuto la fortuna che meritava, ma ora ha questa grande chance e proverà a giocarsela fino in fondo.

Ieri il tecnico è riuscito a trasmettere la sua serenità alla squadra. Se il Palermo non ha mai perso la testa quando è rimasto in dieci, il merito è sicuramente di Mutti che nell'intervallo ha trovato le parole giuste per far sì che i rosanero giocassero con intelligenza e senza farsi prendere dal nervosismo. La partenza è piaciuta, con Mutti il Palermo sembra in buone mani.

(Giornale di Sicilia)