Commenta per primo

Slovenian rhapsody. Musica per le orecchie di Zamparini e Sabatini. I gioiellini sloveni crescono a vista d'occhio non solo in rosanero ma anche in Nazionale. Il Palermo che viaggia nell'alta classifica nel rapporto spesa-convenienza ha avuto ancora ragione a pescare a Est della Venezia-Giulia. Ilicic e Bacinovic stanno confermando il loro talento anche in campo internazionale. E se continuano così in futuro costituiranno una grossa plusvalenza per le casse di viale del Fante. Prima partita da titolare per Ilicic con la Slovenia, e lui cosa ti combina? Realizza l'assist vincente per un gol e poi procura un rigore nel 5-1 sulle Isole Far Oer.

Va bene che l'avversario era modesto, però il freddo Josip ha vissuto una giornata indimenticabile. 'Fino alla riunione prima della partita non sapevo se sarei stato titolare - ha ammesso Ilicic alla fine della gara -. Non mi aspettavo nulla perché l'allenatore non ci aveva rivelato le sue intenzioni. Posso solo ringraziarlo per avermi schierato dal primo minuto. Temevo che le attenzioni degli ultimi giorni potessero in qualche modo limitarmi. In effetti ero un po' bloccato'. Giocare sulla destra lo ha agevolato anche perché può liberare il suo sinistro velenoso. 'Lo preferisco, è così che gioco in Italia. Per me è più semplice perché posso convergere al centro, o liberare i compagni'. Rossi del resto lo ha ribadito più volte: 'Ilicic a dispetto della sua giovane età è uno che sa stare in campo'. Della serie dove lo metti sta.

Sarà meno eclettico Bacinovic, ma è comunque sinonimo di garanzia in mezzo al campo. Venerdì scorso è subentrato giocando una buona mezz'ora ad alto livello. Il legame tra i due nato a Maribor si è consolidato al Palermo e sta cementandosi anche in Nazionale. 'Giocare insieme a Bacinovic anche nella Slovenia è la cosa migliore che potesse capitarci - ha ammesso Ilicic -. Avere un compagno che conosci bene non può che favorirti. Sono molto contento sia per me che per lui'. Vuoi vedere che alla fine anche l'Italia inserita nello stesso girone della Slovenia dovrà stare attenta ai due rosanero. Ilicic, del resto, ha dimostrato di non soffrire di timori reverenziali segnando in serie all'Inter, alla Juventus e alla Fiorentina. Magari potrebbe togliersi la soddisfazione di fare centro contro gli azzurri.

(La Gazzetta dello Sport - Edizione Sicilia)