Commenta per primo

Si entra nel week end di Parma-Torino e l’ad Pietro Leonardi ha fatto il punto della situazione in ambito gialloblù: “Sono d’accordo con il mister. Siamo in crisi di risultati, non di prestazioni. Le partite che abbiamo giocato sono sempre state equilibrate. Purtroppo questo è un momento in cui si stanno sommando anche episodi poco fortunati a nostro favore, ci sono stati periodi più positivi in questo senso, ma nell'arco della gare non siamo inferiori agli avversari. E’anche vero che dobbiamo assolutamente migliorare questo trend negativo e dobbiamo dare al più presto una svolta tornando a fare risultato”.

Già domenica al Tardini con il Torino l’occasione è di quelle da non farsi scappare: “Vero – annuisce Leonardi – vincere è importantissimo per mettersi al riparo dallo spettro del rischio della retrocessione. Non dovessimo farcela, poi dovremmo essere davvero molto accorti”.

Possibile che la squadra si sia in qualche modo rilassata?
“Mi sento di escluderlo. Io non l’ho notato. Credo invece che questo campionato, come ho sempre sostenuto fin dall’inizio, sia molto equilibrato. Non eravamo fenomeni prima e non siamo brocchi ora. Quindi ci deve essere equilibrio da parte di tutti e anche una realtà come quella del nostro club deve essere brava a mantenerlo. Mi spiego con un esempio: abbiamo fatto solo 3 punti in 8 gare e paradossalmente dopo una serie così negativa abbiamo un punto in più rispetto all’anno scorso. Detto questo diamo tutti di più per tirarci fuori il prima possibile da questa situazione”.

Domenica al Tardini tutte le tifose potranno entrare gratuitamente, come gli Under14, e ci sono riduzioni per gli Under 18. Si fa quindi appello alla tifoseria affinchè venga a sostenere la squadra?
“Il sostegno dei tifosi – spiega l’ad crociato – non è mai venuto meno e siamo felici di promuovere iniziative per avvicinare la gente allo stadio. Il nostro è un pubblico unico, lo voglio ringraziare e mi voglio scusare con loro per questo momento difficile. La tifoseria di Parma si è sempre contraddistinta e colgo l’occasione per ringraziare tutti i nostri tifosi che sono venuti a seguirci a Genova e che prima della gara con la Samp, quando sono entrato in campo per assistere al riscaldamento mi hanno riservato un applauso fortissimo che sinceramente mi ha colto di sorpresa. Non me l’aspettavo certo in un periodo così . E’ stato un attestato di stima che mi ha emozionato davvero molto”.