Commenta per primo

 

Ufficializzato oggi il divorzio fra il Pescara e Fabrizio Lucchesi. Dopo due stagioni (contrassegnate dalla vittoria del torneo di Prima Divisione e da una comoda salvezza nell'ultimmo torneo di serie B), l'ormai ex direttore generale (che in passato ha lavorato per Roma, Empoli, Fiorentina e Avellino) lascia la società biancazzurra alla scadenza naturale del contratto. 
 
"Approfitto per salutare i tifosi, la città e chi mi ha voluto bene - spiega Lucchesi -. Per me sono state due stagioni importanti e dense di soddisfazioni. È stato un matrimonio bello e importante in un contesto, quello biancazzurro, che vive di calcio. Da alcuni mesi avevo maturato la decisione di lasciare, dopo aver ravvisato che non c'erano le condizioni per andare avanti. Mancava una condivisione dei programmi con la dirigenza. Per questo vado via, con la consapevolezza di aver lavorato bene. Avrei lasciato Pescara solo per una piazza importante di serie A. Ora rimarrò fermo, visto che in questo momento non ho trattative in corso. Qualche settimana fa ho avuto qualche richiesta che però non ho valutato soddisfacente".