Commenta per primo

Una Champions League a 64 squadre, il doppio di quelle attuali, e l'abolizione dell'Europa League. E' l'ipotesi di riforma delle competizioni europee che sta valutando la Uefa. A parlarne e' Michel Platini in un'intervista al quotidiano francese Ouest-France. "C'e' un dibattito in corso per decidere quale forma avranno le competizioni europee tra il 2015 e il 2018. Ne stiamo discutendo, prenderemo una decisione nel 2014. Per ora non c'e' niente di deciso", precisa Platini rispondendo a una domanda sull'ipotesi del nuovo format.

Il n.1 dell'Uefa non e' preoccupato dalla minaccia che i club europei piu' potenti possano decidere di creare una propria lega. "E' una questione che emerge periodicamente e non mi preoccupa. Non vedo come potrebbe funzionare fuori dal contesto dell'Uefa. Chi arbitrerebbe le gare? In quali stadi giocherebbero? E la vogliono in tanti? Io non credo".