7
Stasera allo stadio Pierluigi Penzo andrà in scena Venezia-Fiorentina: per i padroni di casa ci sarà probabilmente tra i pali Sergio Romero, esperto portiere argentino appena tesserato dalla società lagunare. L'ex di Sampdoria e Manchester United dovrebbe vincere il ballottaggio con il finlandese Niki Maempaa, alle prese con un fastidio alla schiena. Si tratta del quarto portiere titolare che il Venezia cambia nell'ultimo anno e mezzo: un incredibile serie di infortuni ha difatti reso uno dei ruoli più delicati per una neopromossa una sorta di roulette russa.

LA GIRANDOLA IN SERIE B: Nel 2020/2021 il Venezia inizia la stagione mettendo come titolare Luca Lezzerini, primo portiere dei neroverdiarancio anche nelle stagioni precedenti, ma dopo 21 partite si fa male e al suo posto viene promosso Alberto Pomini, già secondo di Lezzerini dalla stagione precedente. Il veterano ex Sassuolo colleziona 12 presenze in campionato e 3 in Coppa Italia, ma anche lui va ko e il Venezia pesca dallo Stoke City il finlandese Niki Maenpaa: gioca le ultime partite di campionato e i playoff, che vedono il Venezia a sorpresa vincitore e promosso in serie A. In una stagione 3 cambi in porta, sembra solo una parentesi sfortunata ma non è così. 
LA STORIA SI RIPETE: Per il ritorno in serie A il tecnico Paolo Zanetti Punta di nuovo su Lezzerini, alla prima esperienza da titolare nella massima serie dopo le 3 presenze con la maglia della Fiorentina (squadra in cui è cresciuto) di cinque stagioni prima. Ma la sfortuna continua a perseguitare i lagunari: dopo appena 2 partite arriva l'infortunio muscolare che lo terrà fermo almeno fino a fine novembre. Lo sostituisce Maenpaa, 6 gare da titolare, tutto sembra filare liscio ma ecco l'ennesimo infortunio, questa volta alla schiena. La società guarda al mercato degli svincolati e mette sotto contratto Romero: a Venezia sono già iniziati gli scongiuri, nella speranza che per un po' lo sfortuna smetta di guardare la porta veneziana.