8

Raramente guadagnano le prime pagine dei giornali, ma l’apporto che un portiere puo’ dare alle sorti di un club è spesso sottovalutato. La redazione di calciomercato.com. con l’aiuto di Claudio Rapacioli, presidente Apport, ha selezionato sei estremi difensori che hanno lasciato il segno nel 2012

SERIE A

FEDERICO MARCHETTI (Lazio): La prima parte della stagione dello scorso anno gli è servita per togliersi un po' di ruggine, la seconda per ritornare ad ottimi livelli. Come tutti sanno nel calcio ripetersi non è mai facile, ma nel suo caso ha disputato un girone di andata di altissimo livello e se la Lazio è una delle realtà più belle di questo campionato un bel po' di merito è anche suo. Di certo ormai, nessuno rimpiange più Muslera

SERIE B

ALBERTO POMINI (Sassuolo): E' stato il portiere dieci anni fa del Sassuolo che salì dalla C2 alla C1 ed è rimasto sempre in maglia neroverde facendo la riserva a portieri come Agazzi, Benassi e Bressan. Portiere di grande serietà ha sempre accettato le scelte senza fare storie, facendosi trovare pronto quado c'era la necessità. Quest'anno Mr. Di Francesco gli ha dato la possibilità di essere il titolare e sta dimostrando di essere un elemento importante nell'ennesimo tentativo di scalata dei neroverdi alla serie A.

LEGA PRO1

ERMANNO FUMAGALLI (Avellino): Portiere bergamasco ma con personalità e carattere adatto alle piazze del sud, dove riesce sempre ad avere rendimenti ottimi. Pur senza avere la classica struttura fisica del portiere, con la serietà e la dedizione al lavoro è diventato ormai un grande valore aggiunto per la categoria e offre sempre rendimenti alti e costanti.

LEGAPRO 2

MATTEO IALI (Castiglione): Classe 92 è con solo 8 gol al passivo  il portiere meno battuto della Lega. E' la dimostrazione di come iniziare a giocare da giovani è importante per maturare esperienze importanti. Romano, dopo aver giocato in alcune squadre della capitale, a 17 anni passa in serie D nell'Oltrepò di Stradella, per poi passare al Castiglione, dove al secondo anno ha vinto il campionato. Quest'anno in Lega Pro si sta dimostrando più che all'altezza della situazione meritando la convocazione nella Nazionale di categoria, ma soprattutto contribuendo con ottime prestazioni a mantenere molto bassa la media gol della squadra mantovana, vera rivelazione del girone A

GIOVANE

MATTIA PERIN (Pescara): Passato in due anni dalla primavera alla serie attraverso una ventina di partite disputate in B lo scorso anno a  Padova, sta dimostrando a Pescara di valere la categoria. Sottoposto ogni domenica a un notevole bombardamento riesce in ogni gara a compiere interventi importanti. I pochi errori commessi gli si possono perdonare sia per l'età sia in considerazione della media delle conclusioni che vengono indirizzate in ogni gara verso la sua porta.

STRANIERO

IKER CASILLAS (Real Madrid): Il portiere più titolato al mondo è stato relegato in panchina da mister Mourinho che lo vedeva distratto e fuori forma. Lui senza fare alcuna polemica e con grande professionalità ha accettato l'esclusione. Sono convinto che la sua assenza dalla porta  delle merengues sarà comunque breve e quando tornerà si prenderà le sue rivincite. Questo dimostra come i grandi campioni pirima di esserlo sul campo lo sono, fuori, come uomini.