54
PORTOGALLO

Diogo Costa 6,5: reattivo sulla punizione di Shaqiri e su Freuler.

Dalot 7: salva sulla linea un gol fatto di Freuler, poi fornisce l'assist per il secondo gol di Ramos.

Pepe 7,5: il vecchio leone ruggisce nei momenti decisivi, il marchio di fabbrica con il gol del 2-0 è da condottiero vero, tornato al timone. A 40 anni stacca in maniera imperiosa, poi neutralizza gli avanti svizzeri. A 39 anni e 283 giorni, è il marcatore più anziano della fase a eliminazione diretta dei Mondiali.

Ruben Dias 6,5: non sfigura di fianco al condottiero di mille battaglie, Embolo non la vede mai.

Guerreiro 7: il vizietto del gol non lo perde mai.

Bernardo Silva 8: onnipresente, dalla regia all'attacco, e vero direttore d'orchestra. Un maestro a Losail. (dall'81' Ruben Neves sv).

Carvalho 6: lavoro oscuro che serve sempre.

Otavio 6,5: l'altro play del Portogallo, si vede poco ma si sente tanto. (dal 73' Vitinha 6. entra e fa accademia).

Bruno Fernandes 7: è dappertutto, canta e porta la croce, un 10 a tutto campo. (dall'87' Leao 7: gli bastano 7' per timbrare il cartellino con uno splendido gol dei suoi, incredibile stia in panchina).

Goncalo Ramos 9: sblocca la partita con una perla da bomber di razza, nonostante i soli 21 anni, girata fulminea di sinistro sotto l'incrocio, poi si divora il bis, prima di realizzarlo da centravanti d'area di rigore su assist di Dalot. Sfortunata deviazione sul gol svizzero, firma il tris con un delizioso pallonetto che gli regala una serata storica (dal 73' Cristiano Ronaldo 6: si vede in occasione di un gol annullato per fuorigioco netto, poca gioia per lui. L'epoca sta cambiando).

Joao Felix 7,5: strappa e dribbla, allunga e scatta, fornisce due assist a Ramos ed esce. Altro che Simeone. (dal 73' Ricardo Horta 6: amministra e cerca gloria).

All. Santos 8: si prende la responsabilità di tenere fuori Ronaldo e la tripletta del sostituto Ramos lo premia, così come la prestazione della squadra. Mossa da maestro, con questa tecnica e questi interpreti il suo Portogallo può arrivare in fondo. Santo subito.


SVIZZERA
Sommer 5,5: non impeccabile sul gol di Ramos, poi salva sullo stesso attaccante del Benfica ma non può evitare la goleada finale.

Fernandes 5,5: spinge poco per input di Yakin, parte discretamente poi si esaurisce come i compagni.

Akanji 5,5: segna il gol della bandiera ma affonda con la barca svizzera.

Schar 4,5: in difficoltà su Ramos, rischia anche l'autorete e si fa ammonire. Lascia al 45' per manifesta inferiorità (dal 46' Comert 4,5: patisce come il compagno, soffre e si fa ammonire).

Rodriguez 5: in bambola a causa della rapidità degli attaccanti del Portogallo,.

Freuler 5,5: vicino alla rete personale che avrebbe accorciato il match, lotta come può ma poi soccombe (dal 54' Zakaria  5: entra e sparisce).

Xhaka 5: sbaglia tempi e ritmi.

Shaqiri 5,5: pericoloso su calcio di punizione, è l'unico che ci prova ma in maniera imprecisa e farraginosa.

Sow 5: impalpabile (dal 54' Seferovic 5: entra quando ormai non c'è più nulla da fare, ma non ci prova nemmeno).

Vargas 5: non la vede praticamente mai. (dal 66' Okafor 5,5: un paio di buoni spunti, la Svizzera deve ripartire da lui).

Embolo 5: solo e abbandonato. (dall'89' Jashari sv)

All. Yakin 4: le scelte iniziali lasciano a desiderare, snatura la bella squadra vista contro la Serbia e la paga fino in fondo. Saluta con umiliazione.

 @AleDigio89