100
Kylian Mbappé non si muove da Parigi, parola di Nasser Al-Khelaifi. Il presidente del PSG ha parlato a L'Equipe e ribadito che il club non ha alcuna intenzione di privarsi dell'attaccante francese: "Sarò chiaro: Kylian resterà a Parigi, non lo venderemo mai e non partirà mai a parametro zero. Non darò mai i dettagli ai media sulle trattative in corso. Tutto quello che posso dire è che procedono bene. Spero che troveremo un punto di incontro. E' Parigi, è il suo Paese. Ha una missione, non solo essere un giocatore di calcio ma promuovere il campionato francese, il suo Paese e la sua capitale. È un ragazzo fantastico, come persona e come atleta. È uno dei migliori giocatori e vincerà il Pallone d'Oro negli anni a venire, ne sono sicuro al 100%. Ha tutto il necessario per prolungare qui. Dove può andare? Quali club, per ambizione e progetto, possono oggi competere con il PSG? (...) Anche noi siamo ambiziosi. Ma se vuole decidere chi comprare e chi no, non è possibile. Ripeto, è un ragazzo super, sono sicuro che lo dice perché vuole una squadra migliore per vincere la Champions League".

POCHETTINO - Al-Khelaifi smentisce anche la possibilità di un addio di Mauricio Pochettino: "Guarda, a fine stagione ho avuto due incontri con Pochettino, due o tre ore ogni volta. Non mi ha mai detto che voleva andarsene. Non ha mai avuto un atteggiamento che lasciasse pensare che volesse partire. È piuttosto il contrario. Era totalmente coinvolto nei temi: il club, la struttura, l'organizzazione, ciò di cui ha bisogno per la prossima stagione... Con Leonardo parla quasi tutti i giorni del mercato, dei giocatori, ecc. Questa situazione mi sconvolge davvero, non è adatta. È lì da gennaio, ha ancora due anni di contratto, è il nostro allenatore. Per lui come per Mbappé, la gente cerca di disturbarci. Ma siamo insieme. Nessuno ci dividerà facendo questo".
NEYMAR - Al-Khelaifi analizza poi il rinnovo di Neymar: "Francamente, non è stato difficile trovare un accordo con Neymar. Rimango convinto che sia uno dei migliori giocatori al mondo. Se ci è voluto così tanto tempo, è a causa della crisi sanitaria che ha vanificato le discussioni. Non ho mai avuto il minimo dubbio che avrebbe rinnovato. Anche se il club di cui parli (Barcellona, ​​ndr) ha provato a ingaggiare Neymar fino alla fine. Ovviamente abbiamo rifiutato. Credo che questo club abbia dei problemi economici, ma non sono affari nostri. Neymar crede nel nostro progetto, ama la società, la città, i tifosi. È totalmente coinvolto, vuole ancora vincere molti trofei qui. Sono orgoglioso del rapporto che abbiamo costruito, mi ha detto che voleva chiudere la sua carriera al PSG".

MESSI - Al-Khelaifi parla anche di Lionel Messi, svelando una conversazione con il presidente del Barcellona Joan Laporta: "Messi è ancora una possibilità? Non ha ancora rinnovato con il Barça. Mi fai ridere. Te l'ho detto, non parlo di casi ancora aperti. Anzi, inoltre ho detto al presidente del Barça: Messi è alla fine del suo contratto, tutti i club hanno il diritto (dal 1 gennaio) di discutere con lui e ingaggiarlo per la prossima stagione. Quello che posso dirti, e puoi credermi, è che tutti i grandi giocatori vogliono venire al PSG, tutti loro. Per essere chiari, non lo dico per risponderti su Messi. Non è possibile portarli tutti, soprattutto perché abbiamo già anche grandi giocatori. Dopo, Messi è Messi, un giocatore fantastico".