In casa Paris Saint Germain scoppia il caso Mbappé. L'attaccante campione del mondo con la Francia non è stato convocato dal suo allenatore Thomas Tuchel per la partita di stasera contro il Nantes che, in caso di vittoria, assicurerebbe la vittoria della Ligue 1. Dietro quella che ufficialmente è un'esclusione per scelta tecnica, figlia dei tanti impegni ravvicinati a cui ha preso parte il giocatore, si cela invece il malumore per le dure parole rilasciate da Mbappé al termine della pesante sconfitta per mano del Lille dello scorso week-end.

FUTURO IN BILICO - Secondo Le Parisien, i commenti molto severi del ragazzo hanno indispettito l'allenatore tedesco: "Dobbiamo smetterla di perdere partite così, senza mostrare un minimo di personalità. Siamo stati dei dilettanti", aveva detto Mbappé. Al quale Tuchel ha prontamente risposto: "E' facile dire che ci sia mancata personalità, ma non sono assolutamente d'accordo con le sue affermazioni". Da qui la scelta di non portarlo nemmeno in panchina stasera e che fa il paio con la pesante multa incassata lo scorso marzo per essersi presentato in ritardo a una riunione tecnica. La dimostrazione di un rapporto non facile e che rischia di minare la permanenza al PSG di Mbappé, che resta nel mirino del Real Madrid e sul quale anche la Juventus ha chiesto informazioni.