51
Il Milan prosegue la sua marcia di avvicinamento al derby di sabato pomeriggio contro l'Inter. I rossoneri si sono allenati questa mattina alle ore 10 in quel di Milanello. Lorenzo Colombo ha svolto l'intera seduta in gruppo, mentre Sandro Tonali, reduce dai 90 minuti giocati in Italia-Irlanda under 21, ha svolto un lavoro di scarico.

REBIC TENTA IL MIRACOLO - Il Milan arriverà alla grande sfida contro i cugini nerazzurri reduce da 19 risultati utili consecutivi, da primo in classifica e con un Gianluigi Donnarumma ancora imbattuto, ma con il grande dubbio che riguarda Ante Rebic. Stefano Pioli attende il responso della  visita di controllo che sarà decisiva, anche se non filtra ottimismo. Domani è previsto un punto complessivo anche con il medico rossonero per capire se ci sono le condizioni per una convocazione dell'attaccante croato. Il Diavolo incrocia le dita affinché l'ex Eintracht Francoforte possa andare almeno in panchina. Le alternative sono pronte e tutte in un ottimo momento di forma: Brahim Diaz è il favorito ma Rafael Leao ha ancora qualche possibilità. Jens Petter Hauge invece potrebbe diventare la variabile impazzita da inserire a partita in corso. Ballottaggio aperto anche a destra ma con un Alexis Saelemaekers nettamente favorito su Samu Castillejo.
IL RIENTRO DEI NAZIONALI - Una settimana anomala sia per il Milan che per l'Inter sia per quanto concerne il Covid 19 che gli impegni delle Nazionali. Stefano Pioli avrà solo venerdì per studiare il piano tattico ideale per arginare la forza dell'Inter. Oggi pomeriggio sono tornati a Milano Brahim Diaz, Diogo Dalot e Rafael Leao. Domani toccherà a Gianluigi Donnarumma, Alexis Saelemaekers, Franck Kessie, Ismael Bennacer, Simon Kjaer, Ciprian Tatarusanu, Jens Hauge, Rade Krunic e Hakan Calhanoglu.