134
L'annuncio è di quelli forti e che può sconvolgere il mercato: "Pogba-Manchester United, è finita". E' quanto rivelato da Mino Raiola, potente procuratore del francese, a Tuttosport: ultima conferma di un rapporto ormai logoro e destinato a concludersi presto. Inutile girarci attorno – aggiunge Raiola - meglio parlar chiaro, guardare avanti e non perdere tempo a cercare colpevoli: Paul al Manchester United è infelice, non riesce più a esprimersi come vorrebbe e come ci si attende da lui. Lui deve cambiare squadra, deve cambiare aria. Ha un contratto che scadrà fra un anno e mezzo, nell’estate del 2022, ma la soluzione credo migliore per le parti sia quella della cessione nel prossimo mercato. Altrimenti il club di Old Trafford, con cui i rapporti sono ottimi, sa bene che rischierebbe di perderlo a parametro zero, dato che per il momento non è intenzione del giocatore prolungare il contratto. Se qualcuno non lo capisce, ergo capisce poco niente di calcio. In ogni caso addossino pure tutta la colpa a me se la prossima estate Paul se ne andrà​".
 
 

NON SOLO POGBA - Non solo Pogba però, nell'anticipazione dell'intervista che sarà pubblicata su nell'edizione di domani, martedì 8 dicembre, Raiola non risparmia anche una battuta su Zlatan Ibrahimovic: "​La Juve avrebbe fatto bene a prendere Ibrahimovic in estate: sarebbe stata una gran coppia con Ronaldo". Non può mancare ovviamente una stoccata alla Fifa: "​Lavoro per cancellare la Fifa". Tanti temi attesi, il procuratore ​parla a tutto campo da Donnarumma, De Vrij e De Ligt fino a Bernardeschi, Verratti, Messi e alcuni aneddoti su Maradona.