186
Una retromarcia, figlia del cammino del Milan dopo il lockdown. In una intervista concessa al ​Süddeutsche Zeitung Ralf Rangnick ha spiegato il motivo del mancato trasferimento in rossonero: "​Il Milan da quando è ripreso il campionato ha fatto molto bene, con nove vittorie e tre pareggi, non sarebbe stato saggio andarci. Non importa da quale prospettiva si guarda tutto questo, se dalla mia o se da quella del club, non sarebbe stato saggio. Se mi mettessi nei panni dei milanisti, che si tratti di allenatori, direttori sportivi, giocatori o tifosi difficilmente avrei capito perché il Milan avrebbe voluto cambiare tutto dopo un periodo così positivo". Rangnick ha poi parlato del suo futuro: "​Alla mia età sarebbe bello guidare un club che possa vincere titoli fin da subito. Nel quale non bisogna necessariamente costruire".