63

Il Real Madrid guarda al futuro e piazza il colpo di Natale: da pochi minuti le Merengues hanno ufficializzato l'arrivo di Endrick, attaccante classe 2006 del Palmeiras. Sul ragazzo c'erano tutte le big del calcio europeo: dal Barcellona alla Premier League (in particolare il Chelsea) ma si sa, al fascino della camiseta blanca è difficile resistere. 

Un fascino, accompagnato da 60 milioni di euro - l'investimento fatto dai Blancos - e da una promessa. Quella di abbandonare anche in futuro il sogno Erling Haaland. Una sorta di "assicurazione" che l'entourage del giovane talento avrebbe chiesto secondo Marca al Real. Solo questo, fa percepire le immense aspettative che accompagneranno il 16enne nei prossimi anni. Da lato giocatore, si immaginano già un futuro da super stella nel Real e l'eventuale arrivo del norvegese impedirebbe tutto ciò. 

Se in passato tanti talenti brasiliani sono nati in strada, Endrick deve ringraziare Youtube. E in particolare il padre, che pubblicava i video per attirare le attenzioni dei club brasiliani. E proprio così, il Palmeiras lo scoprì. In 169 partite con la formazione giovanile, 165 gol. Tra questi, una spettacolare rovesciata dal limite dell'area, un gesto talmente bello che venne mostrato anche dalla FIFA. Il più giovane ad aver segnato con la maglia del Palmeiras in prima squadra. Il classe 2006, rimarrà comunque in Brasile per altri due anni, prima di compiere la maggior età, seguendo esattamente il percorso intrapreso da Vinicius. 

Il paragone quindi con l'attuale fuoriclasse del Real e del Brasile viene naturale, anche se in realtà, dal Sudamerica lo confrontano ad altri grandi campioni del passato. Il giornalista Danilo Lavieri ha scomodato mostri sacri come Ronaldo e Romario. A 16 anni, è ancora presto per poter tracciare con sicurezza che tipo di giocatore effettivamente diventerà Endrick ma per il momento, il classe 2006 ricorda il tipico attaccante verdeoro. Non certo un gigante (essendo solo 1,73 di altezza) ma con accelerazioni e dribbling impressionanti.