14
Il primo Clasico dell'anno si tinge di Blanco: Il Real Madrid di Carlo Ancelotti infligge la prima sconfitta nella Liga al Barcellona di Luis Enrique, oltre che i primi tre gol nel campionato spagnolo alla squadra catalana.

IL GOL BLAUGRANA PIU' VELOCE DEL 'CLASICO' - La partita è sbloccata subito dal solito Neymar, alla nona rete in 10 partite in questa stagione, che lavora un buon pallone al limite dell'area si accentra lasciando sul posto Pepe e Carvajal e lascia partire un destro a giro rasoterra che pesca l'angolino dove Casillas non può arrivare. L'asso brasiliano entra nel libro dei record del Clasico diventando il marcatore dei blaugrana più rapido a segnare nel tempo del Real. 

REAL CON VEEMENZA - La risposta del Real Madrid è veemente e servirebbe il pallottoliere per contare i palloni che passano nell'area piccola difesa da Claudio Bravo. Benzema è il più pericoloso dei Blancos arrivando due volte vicinissimo al pari venendo fermato prima di testa e poi con il destro soltanto dalla traversa. Il Barcellona prova a colpire in contropiede e su un cross di Dani Alves a centro area ci vuole un miracolo di Casillas per deviare in angolo il piattone a colpo sicuro di Messi. Nel momento peggiore del Real Madrid è però un'ingenuità di Piquè a rimettere in partita il Real Madrid: il centrale scivola in area colpendo di mano la palla su un cross di Marcelo. Dal dischetto Cristiano Ronaldo è glaciale nel siglare il suo 16esimo gol stagionale in 8 partite.
PEPE SUGLI SCUDI Pepe non sbaglia più nulla ed è proprio grazie a lui che la formazione di Carlo Ancelotti ribalta l’andamento del match. E’ suo infatti il colpo di testa vincente su corner di Kroos 50’. Una mazzata sul morale del Barcellona che si fionda in avanti perdendo gran parte delle distanze che l’hanno reso letale nel corso degli ultimi anni e concedendo con tanti errori di misura il contropiede al Real.

TRIS BENZEMA - Proprio da un errore in disimpegno a centrocampo di Iniesta che arriva anche il gol del 3-1 per le Merengues Isco serve Ronaldo che mette Benzema in condizioni di far male a tu per tu con Bravo. Destro ad incrociare che bacia il palo e Barcellona al tappeto. Il Real Madrid fa accademia, fin troppo senza chiudere i conti in contropiede con Ronaldo che più volte sbaglia il passaggio decisivo, il Barcellona sembra incapace di reagire e chiude mestamente il suo Clasico.