35
Ecco le parole in conferenza stampa dell'allenatore giallorosso Paulo Fonseca alla vigilia del derby Lazio-Roma di domani sera all'Olimpico

Ieri abbiamo seguito le parole di Pinto, che ha illustrato il progetto della nuova proprietà, un progetto sostenibile economicamente a medio-lungo termine. Le sta bene questo tipo di tempistica o ha ambizioni diverse, ha ambizione di vincere subito?
Ho visto la conferenza di Tiago, che ha parlato del progetto. Ha parlato però anche di ambizione e penso che è importante averla in tutti i momenti. Stiamo lavorando tutti insieme per essere una squadra ambiziosa che vuole vincere sempre. Questo per me è importante.

Questo gruppo contro l’Inter che ha fatto bene per circa 70 minuti, sarà riconfermato?
Volete sapere se giocherà domani la stessa squadra? Lo scopriremo domani.

Quanto conta il derby e se le pesa non averlo mai vinto
Ma non l’ho nemmeno perso. Sappiamo quanto conta il Derby, ma sono anche tre punti. Vogliamo vincere per avere i tre punti

Cosa manca per avere continiutà per 90 minuti?
Il calo non è un problema fisico. L’ultima partita l’ha dimostrato, con l’Inter abbiamo concluso il match con gande intensità

Crede che si stia creando un gruppo per vincere subito?
Dobbiamo giocare ogni partita avendo l’ambizione di vincere, questo non può mancare.

Solo una volta quest’anno ha presentato la stessa formazione per due volte di fila. Può essere questa l’occasione?
Lo scopriremo domani.
Nel derby lo scorso anno la Roma fece una grande prestazione con Cristante su Milinkovic e Veretout su Luis Alberto. Ripeterà la stessa mossa?
E’ una domanda tattica, ma posso dire che sappiamo l’importanza di Luis Alberto e Milinkovic. Sono calciatori forti, ma soprattutto in attacco ce ne sono altri. Abbiamo lavorato pensando ad affrontare un collettivo forte e alle individualità forti della Lazio.

Giocare un derby senza pubblico può essere un vantaggio?
Non è mai un vantaggio giocare senza pubblico e anche i giocatori preferiscono. Gli stadi vuoti sono la cosa peggiore, abbiamo tanta voglia che il pubblico torni negli stadi.

Nei primi tempi la Roma ha una grande produzione offensiva poi cala nella ripresa: ha capito perché?
Bisogna analizzare questo prendendo le singole partite. Qualche volta ci sono stati problemi tattici, altre volte problemi mentali con la squadra che non ha reagito bene a momenti di sconforto. Stiamo lavorando per essere il più equilibrati possibile nei novanta minuti.

Quanti dubbi ha sulla formazione?
Nessuno

Affrontate una squadra forte nel recupero palla e nelle ripartenze. Sta pensando qualcosa per dare più forza alla sua fase di impostazione dal basso?
E’ una caratteristica del calcio italiano, quella di recuperare palla e poi partire in contropiede. Prepariamo sempre qualcosa contro questo atteggiamento e anche questa settimana abbiamo lavorato in tal senso. La Lazio esce forte in contropiede, abbiamo lavorato come sempre.​

Come sta Pedro?
Bene, e sarà convocato.

Cosa non può mancare contro la Lazio?
L'aggressività