4
L'allenatore della Roma, Rudi Garcia ha dichiarato in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Napoli: "Per me il calcio deve essere una festa, ci deve essere amicizia e rispetto degli altri colori. Il bello del calcio è che siamo riuniti intorno alla stessa passione, questo deve far riflettere e deve dare cose positive. Una famiglia non si deve fare scrupoli nel portare il bambino allo stadio. Domani, ma anche al ritorno, è una bella opportunità per mostrare che ognuno pensa positivo e con molto rispetto. Il Napoli è forte, in casa ancora di più. Io sono concentrato sul fatto di fare in modo che siamo operativi sul campo, perché sappiamo che sarà già abbastanza difficile. Andiamo con ambizione, faremo in modo di giocare una bella partita e tornare con un risultato positivo". 

SU DESTRO - "Speriamo possa giocare Manolas. Destro? Le parole che dico ai miei giocatori restano nello spogliatoio. L'allenatore pensa sempre alla squadra, sono stato anche io giocatore e un giocatore pensa a se stesso. Nella mia testa Mattia non è sotto gli altri, però ci sono dei parametri da tenere in considerazione. Non solo il suo profilo, bisogna vedere se si gioca in casa, contro chi si gioca e l'atteggiamento che si vuole avere. Poi scelgo se giocare con due punte centrali o con una sola, con questi parametri faccio le mie scelte. Anche il fatto di mettere giocatori che giocano bene insieme è importante. Per il momento, finché ho i miei 7 attaccanti, ho la possibilità di scegliere. Le scelte si giudicano solo dal risultato finale. Iturbe non sta troppo bene fisicamente, quando è tornato dall'infortunio ha avuto un calo fisico che non gli permette di giocare al 100% e di mostrare tutta la sua velocità. Ha giocato abbastanza, io ho sempre la stessa opinione su di lui. Ha capito il nostro gioco, ha fatto dei gol ma deve tornare al massimo, sapendo che quando c'è più spazio lui potrà esprimersi meglio". 
SULLA JUVE - "Allegri già sotto torchio? Siamo ad un quarto del campionato, abbiamo già visto le forze del torneo, ma ci sono ancora tante partite. La classifica parla del momento attuale, ma non dice chi ha già vinto. Sarà un campionato differente dall'anno scorso, dobbiamo solo fare in modo che non sia differente nei due primi posti. Sulle altre squadre penso siano forti e ci saranno punti persi per tutti". 

Get Adobe Flash player