372
Alle 20.45 presso lo Stadio Olimpico di Roma va in scena il big match della 30esima giornata di Serie A, una delle sfide decisive in ottica terzo posto, che vale l'accesso ai preliminari della prossima Champions League: Roma-Inter, come sempre, regala spettacolo. Meno gol rispetto al passato, ma tante occasioni e ritmo alto. C'è aria di Champions all'Olimpico e le squadre interpretano il match come se stessero giocando in Europa e non per l'Europa. Parte a razzo la squadra di Luciano Spalletti, con veloci scambi e le pericolose accelerazioni di El Shaarawy e Salah. Il primo va vicino al gol, ma un attento Handanovic glielo nega. La banda di Mancini si chiude e ripare con ordine, tanto che Eder va ad un passo dal suo primo gol in nerazzurro, ma sul cross di Perisic la difesa giallorossa è bravo ad anticiparlo.

PERISIC APRE, NAINGGOLAN CHIUDE - L'Inter nella ripresa inizia meglio, tanto che passa in vantaggio: bravo Brozovic a servire Perisic che con il sinistro batte Szczesny. La Roma non ci sta e a testa bassa carica in avanti, trovando il gol con Nainggolan, servito involontariamente da Dzeko. Gara aperta, squadre che cercano la vittoria. E non la trovano. Un pareggio che fa sorridere chi insegue, come Milan e, soprattutto, Fiorentina.