Commenta per primo
'Voglio il secondo scudetto'. Francesco Totti ci riprova. Fra due giorni, a Verona, il capitano romanista si giocherà per la terza volta in carriera la possibilità di vincere il secondo tricolore con la maglia giallorossa. Impresa mai riuscita a nessun giocatore nella capitale. Dopo lo scudetto del 2001, vinto nell'ultima giornata con il Parma, il capitano ha avuto altre due chance: la prima nel 2002, nel famoso 5 maggio che vide il naufragio dell'Inter all'Olimpico contro la Lazio e la vittoria tricolore della Juve (Roma seconda); la seconda nel 2008 a Catania quando per 54 minuti lo scudetto era cosa fatta, prima che Ibra a Parma lo ridesse all'Inter. Fra 48 ore Francesco guiderà la Roma contro il Chievo, ma anche in caso di vittoria dovrà sperare in un risultato negativo dell'Inter in casa del Siena degli ex Curci e Rosi, bombardati di telefonate in questa settimana anche e soprattutto dal loro ex capitano. Totti ieri non si è allenato, ma da Trigoria fanno sapere che la sua presenza in campo domenica non è nemmeno da mettere in discussione. Il capitano giallorosso, da un mese a questa parte, è tornato ai suoi livelli e la delusione per la mancata convocazione da parte di Lippi è già messa alle spalle. 'Per me ora conta solo la Roma e i suoi splendidi tifosi. A Verona darò il massimo e spero di conquistare quello scudetto sfuggito già troppe volte', continua a ripetere Totti che insegue anche il 15° gol stagionale. (Leggo - Edizione Roma)