Commenta per primo

Il pomeriggio dell'Olimpico sorride al Parma, mentre la Roma sciupa l'ennesima occasione nella corsa verso il quarto posto. Al 16' Taddei si incunea nell'area emiliana e viene atterrato sotto gli occhi dell'arbitro Brighi che concede il rigore ai padroni di casa. Sul dischetto va Totti che realizza, angolando dove Mirante non può arrivare. Al 35' la Roma raddoppia: su azione di corner De Rossi svetta di testa, Mirante respinge sui piedi di Juan che, da due passi, deve solo appoggiare in rete. Nella ripresa giunge puntuale la reazione degli ospiti, capaci di sfruttare al meglio le consuete amnesie difensive della retroguardia giallorossa. Al 73' Amauri gela l'Olimpico con un gol di tacco di rara bellezza e pregevole fattura. Cinque minuti dopo lo stesso Amauri risolve, sotto porta, una mischia in area nata da una incertezza difensiva giallorossa che risulterà decisiva per il definitivo 2-2.

ROMA

Il portiere della Roma, Doni: 'Certamente andiamo via con un brutto risultato. Stavamo vincendo e invece abbiamo mollato alla fine dopo aver dato tutto. Questo dispiace tanto. Noi stiamo provando a lavorare sul piano mentale per risolvere questo problema delle continue cadute che abbiamo. E' chiaro che dobbiamo lavorare ancora tanto. Sul primo gol ho visto il pallone solo all'ultimo, schizzava via troppo veloce per poterci arrivare. Sul secondo gol mi aspettavo un tiro molto forte, potente, e invece Amauri ha sporcato il pallone ingannandomi'.

PARMA

L'attaccante del Parma, Hernan Crespo: 'Non dovevo giocare e invece ho preso parte anche io a questa che è stata una gara importante per il nostro cammino. Sono un paio di settimane che non sto bene con una caviglia. Sono voluto entrare lo stesso per dare una mano, ho fatto il possibile, poi però il dolore si è fatto sentire e, appena acciuffato il pareggio, ho chiesto di uscire. Amauri ha fatto un grandissimo gol. Io una volta li facevo rasoterra così... A parte gli scherzi oggi è andato tutto bene. Di solito seminiamo tanto e raccogliamo poco. Oggi, finalmente, andiamo via da questo stadio contenti non solo per quanto abbiamo fatto vedere ma anche per aver fatto punti'.