8
Prima il portiere, poi tutto il resto. Tra le priorità della Roma per il prossimo mercato targato Portogallo con il trio Mourinho-Pinto-Mendes c’è sicuramente il discorso legato al dopo Pau Lopez che ha concluso la stagione e probabilmente la sua storia con la Roma visto che si è operato alla spalla e starà fuori tre mesi. Se fino a qualche giorno fa le candidature che impazzavano erano quelle “italiane” legate soprattutto a Silvestri e Gollini ora proprio la presenza del mega agente portoghese potrebbe cambiare le carta in tavola.
IL PESO DI MENDES - Nelle scorse ore è circolato il nome di De Gea in uscita dal Manchester United ma lo stipendio da 12 milioni a stagione sembra francamente eccessivo anche per gli ambiziosi Friedkin. Quella cifra, se mai dovesse essere spesa, sarà impiegata per un attaccante. Musso piace ancora ma anche in questo caso la Gestifute può dire la sua proponendo due elementi della scuderia: Rui Patricio del Wolverhampton e José Sa dell’Olympiakos. Più agibile la strada che porta al secondo più giovane e con meno concorrenza. Prima bisogna cedere Pau Lopez. E pure in questo caso Mendes potrebbe dare una grossa mano proponendolo in Premier dove ha ancora qualche estimatore. Ma lo spagnolo non sarà l’unico a partire. Pure Mirante è prossimo all’addio e in scadenza di contratto mentre Fuzato dovrebbe rifinire in prestito magari proprio in Portogallo. Se nel ruolo di terzo si pensa alla promozione del giovane Boer, come vice occhio a Consigli a un anno dalla scadenza della contratto col Sassuolo.