Commenta per primo

Il ritorno di Aleandro Rosi. Dopo mesi costellati di panchine, tribune ed amarezze (l'ultima, la più grande: lo sputo a Lavezzi e quattro giornate di squalifica), il ragazzo sta lentamente tornando a far parte del gruppo Roma. Per Ranieri era un vice-Cassetti: spiccate doti offensive ma con limiti caratteriali e difensivi. Montella, invece, lo ha riportato nel ruolo d'origine ricoperto fin dai tempi delle giovanili: esterno alto. Qualche osservatore di allora, dopo averlo visto in azione, si lasciò andare anche a paragoni 'irriverenti' con Cristiano Ronaldo. 

Eccessi di euforia a parte, di sicuro Rosi ad Udine ha destato una buona impressione ed ha convinto Montella ad insistere su di lui. Oggi l'allenatore lo ha testato in allenamento con il centrocampo titolare. Contro il Palermo, quella maglia può essere la sua. Infine, continuano le prove in difesa: ieri al fianco di Burdisso è stato provato Cassetti, oggi Loria.