La sostanza dei sondaggi che di questi tempi giungono sulle scrivanie di Corte Lambruschini è sempre la stessa. La maggior parte delle richieste pervenute alla Sampdoria hanno un destinatario comune, Joachim Andersen, e un fine simile: acquistarlo subito per anticipare la concorrenza di giugno. Ci hanno provato la Juventus e soprattutto l'Inter, si sono informati il Napoli e la Roma, ma la risposta blucerchiata è e sarà sempre la stessa: a gennaio non parte nessuno, se ne riparlerà per l'estate. Anche perchè Ferrero sa che è pronta a scatenarsi una vera e propria asta per il giovane difensore, dal momento che dalla Premier League fioccano gli apprezzamenti.

La Sampdoria non ha fretta di accelerare le operazioni: Andersen non ha clausole rescissorie, non ha un contratto in scadenza (ha rinnovato recentemente), e il Doria non ha necessità di vendere. Insomma, la situazione ideale per fare il prezzo, che peraltro continua a crescere. Alcuni mesi fa si parlava di circa 30 milioni, ma la grande richiesta lima in maniera decisa verso l'alto la quotazione del calciatore che, come detto, piace parecchio non solo in Italia, ma anche in Premier League. Recentemente il Tottenham - una delle società maggiormente interessate - ha fatto sapere di essere disposta a pagare Andersen 40 milioni pur di averlo subito, ma in queste ore arrivano ulteriori segnali di gradimento da oltremanica.

Ad essersi mosso sarebbe nientemeno che il Manchester United, che già in svariate occasioni ha visionato dal vivo l'ex Twente. Il sondaggio sarebbe però in vista del prossimo mercato. Ci sarebbe anche uno sponsor particolare per Andersen: con i Red Devils lavora Stefano Rapetti, ex preparatore atletico di Giampaolo chiamato in estate dallo United. Uno che conosce molto bene il gioiello della Samp, e che può garantire per lui.