3
La voce della Sampdoria interessata a Marco Sau si è diffusa all'improvviso, quando il club blucerchiato era alla ricerca di un sostituto per il partente Kownacki. Sino a quel momento, nessuno aveva ipotizzato un possibile innesto a Genova dell'attaccante classe '87.

In effetti, la dirigenza di Corte Lambruschini sembra aver condotto l'operazione con tempistiche davvero molto rapide: “La trattativa è nata in due giorni. Da quando è uscita la voce alla trattativa ci è voluto veramente poco" ha raccontato proprio Sau a Samp Tv. "Ovviamente lasciare la Sardegna dopo tanto tempo è stato un po' difficile sto ancora cercando di metabolizzare il tutto. Però sono felice e contento di essere arrivato qua. Ringrazio il Presidente Ferrero e la società per avermi portato qua e spero di ripagare la fiducia."

A Genova troverà parecchi calciatori agguerriti pronti a contendergli il posto, e pure un allenatore che conosce bene, Marco Giampaolo: "C’è una grande concorrenza ma quello lo sapevo. Sono venuto qui appunto per ritagliarmi il mio spazio, cercherò di mettere in difficoltà il mister e darò il mio contributo alla squadra. Il mister Giampaolo lo avevo incontrato appunto in Primavera quando io stavo uscendo, ero al bivio tra prima squadra e primavera, e lui mi aveva chiamato in prima squadra. Devo molto a lui perché da lì poi è partita la mia carriera. Sono qua e giocare per lui beh spero di ripagare la fiducia che ha riposto in me" riporta sampdorianews.net. "Ci tengo e voglio dimostrare il mio valore. Vengo sicuramente in un momento particolare perché dopo tanti anni non è assolutamente facile però ripeto sono felice e motivato di far parte di questa grande squadra.”

A Genova Sau ritroverà anche due ex compagni, Murru e Ekdal. “Io e Nicola abbiamo un bel rapporto, anche ai tempi di Cagliari eravamo molto amici e mi fa piacere ritrovarlo. Mi aiuterà ad inserirmi. Ritrovo anche il mio ex compagno Albin Ekdal che mi fa molto piacere e anche lui è un bravissimo ragazzo, un ottimo giocatore.. Arrivo in un momento particolare perché la squadra sta andando benissimo. Siamo a un paio di punti dalla Champions League. Quindi sicuramente è una grandissima opportunità e cercherò in tutti i modi di dare il mio contributo per essere più in alto possibile.”

Oltretutto, Sau ha già 'bagnato' il campo di Marassi con una perla di rara bellezza, quando indossava la maglia dela Juve Stabia. Avversaria, proprio la Samp: “Sicuramente il gol fatto con la Juve Stabia contro la Sampdoria è stato uno dei più belli in assoluto. In uno stadio del genere, con una squadra del genere e non mi sarei aspettato adesso di essere qua anche perché vedevo la Sampdoria sempre come una squadra e una società forte. Una squadra inarrivabile diciamo. Sono felice di essere qua” conclude.