Commenta per primo

Maurizio Zamparini dice la sua sullo sciopero minacciato dai calciatori in Serie A. Il presidente del Palermo ha dichiarato: "Secondo me è la più grande stupidaggine. Con l'Italia e l'Europa in crisi, non è proprio il momento di stare ad ascoltare chi guadagna mediamente almeno un milione all'anno. Ha già risposto bene il presidente di Lega, Beretta. Tommasi ha detto una cosa che ritengo mostruosa, parlando di allenatori che stanno per diventare esclusivamente aziendalisti. Da che mondo e mondo gli allenatori vanno contro l'interesse dei propri presidenti che li pagano? Nelle parole del rappresentante dell'Aic c'è inoltre una sconfessione intrinseca, trovo fastidiosa la logica dell'aut aut. Il calcio è in mano ai procuratori. Noi vogliamo fare le cose con buon senso, sedendoci attorno a un tavolo e confrontandoci senza alcuna demagogia".